Varese

Varese, Promozione territorio e Cultura, il programma della Pd Oprandi

La Pd Luisa Oprandi

La Pd Luisa Oprandi

Una serie di manifestazioni culturali nelle ultime settimane hanno dato lustro al nostro territorio, calamitando l’attenzione di un pubblico da grandi occasioni: prima il Festival dei Mondi a Villa Recalcati, poi l’apertura del festival teatrale “Tra Sacro e Sacromonte” con Albertazzi alla terrazza del Mosè, infine la rassegna d’arte nelle vie e nei cortili del borgo di Penasca. Proposte diverse (ce ne sarebbero anche altre), che sono state premiate da un folto pubblico sensibile alle iniziative culturali e di promozione del territorio. Se interessanti e ben concepite.

Così, quelle che spesso sono considerate le Cenerentole delle amministrazioni locali, tornano faticosamente al centro dell’attenzione. E così, presentando una mozione che aveva depositato un anno fa in Comune, la consigliera Pd Luisa Oprandi, da sempre attiva sul fronte culturale e non solo, rilancia in Consiglio comunale questa sera 7 luglio una serie di proposte davvero di buon senso.

Cosa ripropone la Oprandi, organizzatrice, tra l’altro, della bella manifestazione di Penasca? Nella sua ricca mozione chiede di dotare la città di cartelli informatori che segnalino ai turisti vari percorsi possibili: la via del Romanico, la via del Liberty, la via del Risorgimento. Poi la Oprandi mette il dito nella piaga, come si evince se si guarda a come si sta lavorando in vista di Expo: la consigliera del Pd chiede un “coordinamento degli assessorati coinvolti nella promozione turistica ambientale e storico culturale nonché delle associazioni e delle realtà operanti sul territorio”. Ancora: Luisa Oprandi propone un “agevole opuscolo che, semestralmente, informi in forma di calendarizzazione o per tematiche circa tutti gli eventi promossi sul territorio”. E poi, ancora, favorire  la visita ai musei cittadini per le persone anziane, bambini e giovani. Rendere sistematiche e non occasionali giornate di visite guidate. Dulcis in fundo, o ciliegina sulla torta, la Oprandi auspica una valorizzazione delle scuole, dell’Università dell’Insubria, della Cittadella delle Scienze, vero valore aggiunto per il territorio.

Alla mozione della Oprandi risponde uno degli assessori chiamati in causa: Sergio Ghiringhelli, assessore alla Promozione del territorio del Comune: “Gran parte delle cose suggerite dalla Oprandi sono già state fatte o sono in corso”. Ma sul tema del coordinamento, l’assessore tiene a precisare che “per quanto riguarda il mondo delle associazioni, è costante: penso ai Monelli della Motta, a chi si impegna su piazza Repubblica o su Giovine Italia”. Quanto alla proposta degli itinerari o percorsi, Ghiringhelli sottolinea l’interessante Varese Liberty Tour (“un’iniziativa sostenuta anche dal Comune”, dice l’assessore). Non finisce qui, per quanto riguarda i percorsi: l’assessorato di Ghinringhelli sta lavorando ad interessanti iniziative, tra cui un percorso attraverso gli uliveti del territorio.

I cartelli? Non mancano di certo, dice Ghiringhelli, “nella forma dei maxischermi, dei totem, dei display luminosi”. Infine è già in essere, rimarca l’assessore leghista, “il coordinamento tra assessorati diversi”. “Parlano i fatti sul nostro operato – conclude Ghiringhelli -: 107 mila presenze all’anno, 52 strutture ricettive, ovvero un albergo ogni 1500 abitanti”.

7 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs