Varese

Varese, rimossa antenna non autorizzata alla Prima Cappella

Da sinistra Gardelli e Binelli

Da sinistra Gardelli e Binelli

Si sono svolte oggi le operazioni di rimozione di un grande traliccio all’altezza della Prima Cappella al Sacro Monte di Varese. Un’ingombrante gru adibita a sostegno di un’antenna all’interno della proprietà privata (nel giardino dell’ex pizzeria). Il traliccio, in ferro del peso di oltre 50 quintali, risale agli anni ’80. Sul posto, a seguire le operazioni si sono recati questa mattina l’assessore all’Urbanistica Fabio Binelli e il dirigente Gianluca Gardelli.

A dicembre del 2006, ad esito di sopralluoghi atti a verificare il sito del Sacro Monte, Patrimonio dell’Unesco, sono state rilevate alcune problematiche, tra cui l’installazione, nel sito tutelato, di tralicci su cui erano posizionati antenne e ripetitori radio, compreso quello in questione.

Nel 2007 si è avviato il procedimento sanzionatorio a carico dell’originaria proprietà dell’area su cui insisteva il traliccio nonché alla proprietà dell’impianto stesso, come previsto dalla normativa, in quanto il manufatto non risultava autorizzato. Sebbene fosse stato presentato il condono edilizio, il medesimo era stato archiviato. Analogamente erano state negate le successive istanze di sanatoria. Nel 2007 è stata emessa l’ingiunzione di demolizione del traliccio. Contro tale ingiunzione e contro l’archiviazione del condono sono stati presentati ricorsi al Tar da parte della società proprietaria del traliccio. Nel frattempo, la proprietà dell’area su cui si trova il traliccio che oggi viene rimosso è stata ceduta a terzi.

A seguito di contatti e numerosi incontri negli Uffici dell’Urbanistica del Comune di Varese, si è arrivati ad un accordo, risultato appunto dell’operazione odierna, di procedere alla rimozione del traliccio, con oneri a carico della proprietà privata.

3 luglio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs