Malpensa

Sea Handling, bocciato l’accordo. Sindacati: pesante responsabilità dei no

malpensa2I lavoratori bocciano l’accordo su Sea Handling. E a Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi di Linate e Malpensa, non resta che “prendere atto dell’esito del referendum” tra i lavoratori di Sea Handling sull’accordo sottoscritto dai sindacati con Sea in vista del varo di Airport Handling, la società che dall’1 luglio avrebbe dovuto sostituire Sea Handling.

Lapidaria la società di gestione degli aeroporti milanesi: “La maggioranza dei lavoratori si è assunta la responsabilità di respingere gli accordi che garantivano la permanenza dell’attività di handling nel perimetro di gruppo, salvaguardando il bene primario dell’occupazione. Permane intatta la responsabilità di Sea nei confronti degli impegni assunti dal Governo con la Commissione Europea”. A questo punto della complessa vicenda, Sea “assumerà tutte le determinazioni necessarie, per consentire l’avvio di Airport Handling nella condizione di massima efficienza operativa e piena sostenibilità economica”.

Ecco l’esito del referendum: a Linate vince il sì all’accordo con 413 voti validi, 223 sì (54%) e 190 no (46%), mentre a Malpensa è stato un vero plebiscito con 1.217 voto validi, 463 sì (38%) e 754 no (62%). Complessivamente i voti sono stati  1.630, a favore dell’accordo 686 (42%) e per la sua bocciatura 944 (58%).

I sindacati firmatari dell’accordo  FILT-CGIL FIT-CISL UIL-Trasporti UGL-Trasporti FLAI-TS e successivamente da USB dichiarano: “Rimaniamo convinti che i contenuti di tali accordi definissero le migliori condizioni possibili dentro al fallimento di Sea Handling e nella situazione determinata dalla sanzione della Commissione Europea”.

“La bocciatura – continuano le organizzazioni sindacali – non supera e non rimuove tutti i drammatici problemi che erano presenti. Lo scenario e le decisioni che potranno essere assunte da tutti i soggetti coinvolti nella vicenda Sea Handling, non sono ora prevedibili. Coloro che hanno sostenuto il “no” si sono assunti una pesante responsabilità. Con tale epilogo infatti diventa estremamente complesso trovare una soluzione che eviti le conseguenze drammatiche che il nostro accordo voleva scongiurare”.

14 giugno 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Sea Handling, bocciato l’accordo. Sindacati: pesante responsabilità dei no

  1. ivanmat il 14 giugno 2014, ore 11:59

    e ora? il partito del “no” cosa vuol fare? mi trovano loro il lavoro? visto che oltre a dire no devono avere anche l’alternativa si spera!

  2. alessio il 14 giugno 2014, ore 19:09

    Speriamo chi ci salvino loro……altrimenti CNNL……

Rispondi

 
 
kaiser jobs