Lettere

Expo, cambiare musica

Non c’è giorno che le cronache non riportino casi di imbrogli, di evasione o di corruzione. In altri paesi la legge li punisce severamente, in Italia no. Vedremo se il nuovo Governo riuscirà a fare qualcosa. Si dice che se anche si scoprono storie di tangenti milionarie, come nel caso dell’Expo, le grandi opere devono comunque andare avanti, per non penalizzare ulteriormente il Paese.

Mi sia permesso di non essere d’accordo. Se infatti si mandasse all’aria questo stramaledetto “Expo delle mazzette” ritengo che l’immagine dell’Italia ne risulterebbe migliorata, e si darebbe al mondo un forte segnale di cambiamento.

Perché solo cambiando musica e musicisti potranno tornare investimenti e lavoro, ora trattenuti dalla paura di un paese caotico e corrotto dove solo con la furbizia e le amicizie giuste si può eludere ogni concorrenza, pagando le tangenti a politici e faccendieri.

Solo con la pulizia della politica e degli appalti e con una seria riforma della giustizia l’Italia potrà risollevarsi e sperare nel ritorno del lavoro e dell’occupazione. Che se anche non si creano per legge, come si usa dire, possono però essere grandemente favoriti e stimolati dal rispetto della legalità e dalla creazione di un ambiente sano di concorrenza leale dove tutti, anche senza santi e protettori, possono avere un lavoro onesto e pagare regolarmente le tasse, diminuite se pagate da tutti.

Giovanni Dotti

7 giugno 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Expo, cambiare musica

  1. Nino 39 il 12 giugno 2014, ore 09:40

    Bloccare l’Expo sarebbe un danno incalcolabile, ma io penso che tale proposta sia stata una forte provocazione diretta al Governo, altrimenti bisognerebbe bloccare anche il MOSE di Venezia e chissà quante altre grandi opere contaminate dal malaffare. Difatti subito dopo G. Dotti auspica che il Governo Renzi faccia: “ pulizia della politica, riforma della giustizia e rispetto della legalità” per addivenire ad una “concorrenza leale”. Ci auguriamo che Renzi mantenga l’impegno che ha assunto con le sue recenti dichiarazioni. Auguri per un grande EXPO !
    Nino 39

Rispondi

 
 
kaiser jobs