Gazzada Schianno

Gazzada, al via “Musica in Villa”, 10 concerti senza dimenticare Jannacci

Villa Cagnola a Gazzada Schianno

Villa Cagnola a Gazzada Schianno

Dieci concerti, a partire da sabato 14 giugno fino a sabato 9 agosto, segnano la trentottesima stagione di “Musica in Villa”, una rassegna simbolo per la provincia di Varese, seguita ogni anno da migliaia di persone grazie alla suggestione del luogo, la settecentesca villa del nobile Guido Cagnola a Gazzada Schianno, e alla qualità delle proposte. Che, come ogni anno, cercano di accontentare i diversi gusti del pubblico, attraverso un itinerario culturale capace di attraversare generi quali la musica d’arte, i grandi classici, il pianoforte, la canzone popolare, con protagonisti di primo piano in ogni disciplina.

In prima linea, come sempre, tra gli organizzatori spiccano, con la Pro Loco, Villa Cagnola e comune di Gazzada Schianno, mentre tra gli enti patrocinatori si annoverano Regione Lombardia e Agenzia del Turismo, e tra i sostenitori la Fondazione Comunitaria del Varesotto e la Provincia di Varese. Ricca la partecipazione di sponsor privati.

“Musica in villa” ha visto nel corso della sua storia alternarsi solisti di vaglia, da Ottavio Dantone ad Antonio Ballista, da Mauro Rossi a Giuliano Carmignola, allo straordinario Stefano Bollani, prestigiosi direttori d’orchestra quali Diego Fasolis o Stefano Montanari, gruppi noti a livello mondiale come il Buena Vista Social Club, ma anche comici prestati alla musica seria come Enzo Iacchetti, con il suo disco dedicato a Giorgio Gaber, Gerry Scotti e i Fichi d’India, voci recitanti di un trionfale “Pierino e il lupo” di Prokofev, Enrico Beruschi con il pianista Carlo Balzaretti, l’attore del Piccolo Teatro di Milano Umberto Ceriani, il compositore argentino Luis Bacalov.

Una manifestazione nel cuore dei gazzadesi, che attraverso i volontari della Pro loco danno una mano importante nell’organizzazione, garantendone ogni minimo dettaglio. Il palco sarà montato nel porticato della villa, dotato di una straordinaria acustica, in modo da garantire il concerto anche in caso di maltempo. Nell’intervallo dei concerti, gli organizzatori offriranno un drink, come ormai è d’abitudine, al pubblico presente.

Una delle caratteristiche delle stagioni degli ultimi anni è la possibilità data ai giovani di esprimersi attraverso la musica: questa volta saranno ben tre i concerti fuori programma: il primo, domenica 15 giugno, vedrà sul palco l’Orchestra del Liceo Musicale di Varese diretta da Roberto Perata, con un programma dedicato a Vivaldi e Saint-Saëns; il secondo, il 22 giugno, presenterà il recital pianistico dei vincitori del concorso “Magnificat” di Gerusalemme, e il terzo, il 29 agosto, chiuderà di fatto la stagione, con l’Orchestra dei giovani delle Marche, di Sarajevo e Gerusalemme diretta da Stefano Campolucci.

Ci sarà spazio anche per ricordare la figura di Massimo Pella, recentemente scomparso, che fu direttore artistico di “Musica in Villa”: sabato 21 giugno Alessandro Bartolozzi alla testa dell’ensemble orchestrale “Il Mosaico”, il soprano Simona Bertini e il tenore Leonardo Melani, regaleranno un omaggio alla canzone napoletana.

Venerdì 1° agosto, invece, gli amici di Massimo che fanno parte dell’orchestra I Cameristi del Verbano, riproporranno il primo programma che Pella propose venticinque anni or sono a villa Cagnola, con “Le quattro stagioni” di Antonio Vivaldi e l’operina “La serva padrona” di Giovanni Battista Pergolesi, interpretata dal baritono Gianfranco Montresor e dal soprano Susie Georgiadis.

LE PROPOSTE

Apertura sabato 14 giugno (tutte le serate avranno inizio alle ore 21, tranne quella del 4 luglio, alle 20,30) con l’Orchestra sinfonica “Carlo Coccia” di Novara diretta da Gian Paolo Sanzogno, impegnata in un programma insolito, che unisce autori italiani di melodrammi, come Cimarosa e Pizzetti, all’estro scatenato del Mozart della Sinfonia “Praga”.

Il secondo appuntamento sarà sabato 21 giugno, con le canzoni napoletane e l’ensemble orchestrale “Il Mosaico”, mentre mercoledì 25 giugno spazio al teatro in musica, con “Roba minima s’intend!”, un tributo a Enzo Jannacci di e con il bravo Stefano Orlandi, accompagnato da Massimo Betti, chitarra, Stefano Fascioli, contrabbasso e Giulia Bertasi, fisarmonica.

Venerdì 4 luglio, invece, “Concerto d’estate” proporrà il ritorno dalle nostre parti di uno dei più limpidi talenti violinistici della sua generazione, il russo Sergej Krylov, accompagnato dall’Orchestra del Conservatorio della Svizzera Italiana diretta da Alexander Vedernikov. In programma il Concerto in mi minore op. 64 di Felix Mendelssohn Bartholdy e la Sinfonia n. 5 di Caikovsky.

“Spumeggiante Vienna” è il titolo del concerto di giovedì 10 luglio, che vedrà ospiti Carlo Bellora, violino, Roberto Passerini, fortepiano, Laura Riccardi, violino secondo e viola e Elisabetta Soresina, violoncello, alle prese con opere di Mozart, Boccherini, Schubert e Haydn.

Curiosa e accattivante la proposta di sabato 19 luglio: “La tuba che non t’aspetti” è quella di Alessandro Fossi, accompagnato dal pianista Marco Cadario in un programma che prevede anche una trascrizione per basso tuba della funambolica “Czardas” di Monti.

“Tutte le strade portano a Schubert”, in calendario sabato 26 luglio, presenterà un florilegio di musiche per pianoforte solo e a quattro mani, di Schubert, Mozart e Vorisek, interpretate da Bart Van Oort e Petra Somlai.

Dopo “Le stagioni dei ricordi”, in programma il 1° agosto con l’omaggio alla memoria di Massimo Pella, un gradito ritorno, domenica 3 agosto, sarà quello del pianista Raimondo Campisi, impegnato in un recital tra classica e jazz che culminerà con una suite di musiche da film.

Puntata nel folklore tzigano sabato 9 agosto, con l’Orchestra Tzigana di Budapest diretta da Antal Szalay e impegnata in un repertorio colto e popolare nell’ultimo concerto del programma ufficiale di “Musica in Villa”.

Info

Il biglietto d’ingresso ai singoli concerti costa 15 euro, ridotti 10 euro. Gli organizzatori assicurano l’esecuzione dei concerti anche in caso di maltempo. Fino al 30 settembre 2014, il pubblico di “Musica in villa”, grazie a una speciale convenzione con Confesercenti, potrà ottenere, presentando il biglietto di un concerto assieme al programma di sala, uno sconto del 10 per cento sui menu offerti dagli esercizi di ristorazione aderenti all’iniziativa. Inoltre, grazie alla collaborazione con alcuni alberghi, con le stesse modalità si potrà ottenere il 10 per cento di sconto sui pernottamenti.

Per maggiori informazioni: Segreteria organizzativa, tel. 0332 – 875120 oppure 0332

– 461304.

4 giugno 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Gazzada, al via “Musica in Villa”, 10 concerti senza dimenticare Jannacci

  1. alberto bettini il 20 giugno 2014, ore 23:55

    Che schifo di programma.

Rispondi

 
 
kaiser jobs