Varese

Scontri dopo partita Varese-Brescia, 3 Daspo per un anno a ultras locali

auto-polizia-23112012Nel pomeriggio di sabato 17 maggio al termine dell’incontro calcistico Varese – Brescia alcune persone appartenenti alle opposte tifoserie ultras hanno creato disordini con conseguenze per l’ordine e la sicurezza pubblica.

Al termine della competizione sportiva, i tifosi ultras del Varese si sono portati nei pressi del piazzale De Gasperi, zona riservata alla tifoseria ospite, e alla vista dei tifosi bresciani hanno iniziato insultarli. Questi ultimi non sono rimasti sterili alle provocazioni ed hanno risposto con gli insulti. Solo l’intervento della polizia e dei carabinieri in servizio di ordine pubblico ha evitato i contatti fisici tra le opposte fazioni. Tuttavia, è nato un reciproco e pericoloso lancio di oggetti (panini, bottiglie, cinture, sassi, aste di bandiere etc.). Si è reso necessario l’intervento di altro personale del Reparto Mobile per sedare il lancio di oggetti e allontanare le oppose fazioni dal luogo dello scontro.

Grazie alle telecamere del circuito di sorveglianza dello stadio sono state individuate e sanzionate penalmente ed amministrativamente alcune condotte pericolose: due varesini hanno scagliato contro i sostenitori del Brescia una transenna in metallo ed un cartello stradale mobile; un terzo ha raccolto e lanciato un sasso contro i tifosi del Brescia.

I tre, rispettivamente di 50, 28 e 22 anni, sono stati denunciati a piede libero per lancio di materiale pericoloso e per possesso di oggetti atti ad offendere. Nei loro confronti è stato notificato il divieto di accesso agli impianti ove si svolgono manifestazioni sportive (D.A.SPO) per un anno.

27 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs