Varese

Varese, noi pensionati #Nonstiamosereni. E scriviamo a Renzi

anziani4Una lettera dei pensionati con un tocco di ironia: per scriverla al premier Matteo Renzi, hanno scelto il famoso hastag #Nonstiamosereni che lo stesso sindaco di Firenze indirizzò al suo amico-nemico Enrico Letta prima di dargli il colpo di grazia. Una lettera che, tuttavia, non ha nulla di ironico, ma che solleva, ancora una volta, i temi che vedono i pensionati e i loro sindacati impegnati da tempo.
A presentare la lettera a Renzi sono stati, alla Camera del lavoro di Varese, Marinella Magnoni, segretario dello Spi Cgil, Alfredo Puglia, segretario Fnp-Cisl dei laghi, Giovanni Pedrinelli della Fnp-Cisl. Una lettera che può essere un buon vademecum per coloro che saranno eletti per andare a Bruxelles.
L’allarme dei pensionati riguarda sei buone ragioni: mancanza di lavoro, tutela di redditi, legge sulla autosufficienza, sprechi e privilegi, pressione fiscale che discrinina i pensionati. Tematiche importanti che riguardano un mondo che, a Como e Varese, comprende 300mila pensionati di cui il 70% con una pensione sotto i mille euro, e di questi la metà vive di pensione minima. 

23 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs