Varese

Varese, Fidanza (Fratelli d’Italia): ridistribuire i costi dell’accoglienza profughi

Da sinistra Fidanza e Fedi

Da sinistra  Tosi, Fidanza e Fedi

Una presenza che punta a superare la soglia del 4 per cento e a calamitare i consensi dell’area degli elettori di destra. in corsa per le Europee, Fratelli d’Italia si presenta a Varese con il volto dell’europarlamentare uscente Carlo Fidanza, affiancato dal referente provinciale Gianangelo Tosi e dal referente cittadino Fabio Fedi.

Chiarisce subito, Fidanza, che Fratelli d’Italia non è apparentato con il nome di qualche aspirante alla presidenza della Commissione europea. “Non abbiamo candidati perchè è una farsa, non essendo eletto dai cittadini, non essendoci alcuna elezione diretta”. “I principali partiti europei – rincara la dose l’eurodeputato – fanno del consociativismo il loro marchio di fabbrica”.

Quanto ai risultati, Fidanza risponde: “Come dice la Meloni, sopra il 4 e vicino all’8%. Certamente ho notato in questa campagna elettorale che sta terminando mi hanno avvicinato tanti che non ci conoscevano”. L’europarlamentare non fa sconti né a Renzi (“un abile commerciante di sogni, come 20 anni fa Berlusconi”), né Grillo (“è solo un voto di rabbia, che non si canalizza in proposte concrete”). “Noi siamo impegnati a costruire una rete di forze europee euro-critiche, puntando allo scioglimento dell’Eurozona”.

Infine sull’immigrazione, Fidanza è chiaro: “sosteniamo la distribuzione obbligatoria dei profughi tra i Paesi europei. Così come vanno distribuite le spese per Mare Nostrum e l’accoglienza”.

21 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs