Varese

Varese, arriva Alessia Mosca, una delle donne-capolista Pd alle Europee

Da sinistra, Alfieri, Mosca e Astuti

Da sinistra, Alfieri, Mosca e Astuti

Fa tappa alla sede del Pd provinciale di Varese, la deputata Pd Alessia Mosca, una delle donne che il segretario Matteo Renzi ha voluto alla testa delle circoscrizioni alle prossime elezioni europee: Alessia Mosca, appunto, nella circoscrizione Nordovest, Alessandra Moretti nel Nordest, Simona Bonafè al Centro, Pina Picierno al Sud, Caterina Chinnici nella circoscrizione delle isole. Responsabile Lavoro nell’Esecutivo Pd dal 2007 al 2008, Alessia Mosca è stata eletta alla Camera ed è capogruppo in Commissione Politiche dell’Unione Europea.

Accanto alla capolista Pd nel Nordovest, sono il segretario regionale lombardo del Pd, Alessandro Alfieri, e il segretario provinciale Pd di Varese e sindaco di Malnate, Samuele Astuti. “Nel corso di questa campagna elettorale per le Europee – dice Astuti – vediamo che c’è molta voglia di confronto. E a tale proposito il Pd organizzerà nella nostra provincia 50 gazebo nel prossimo weekend”.

“Sto facendo questa campagna elettorale e incontro tanti candidati sindaci – dice la deputata del Pd -, notando in loro un grande entusiasmo”. Per quanto riguarda l’Europa, Alessia Mosca dichiara: “Sul fronte dei media, si moltiplicano i giudizi negativi sull’Europa, mentre ritengo che l’Europa rappresenti una grande opportunità, che tuttavia abbiamo sprecato in questi anni”. “Abbiamo perso un po’ di treni. Non siamo stati in grado – continua la capolista alle Europee – di spendere il 50% dei fondi europei, non abbiamo sfruttato, come Comuni, i programmi comunitari. L’Europa ha messo in campo ricette discutibili, ma le opportunità c’erano e non le abbiamo saputo fruttare”.

“In passato, sull’Europa – dice ancora la Mosca -, i nostri governi sono stati altalenanti. Noi vogliamo essere in Europa in modo diverso. Però è importante esserci, e per questo lancio un appello al voto: il 70% della normativa nazionale è di derivazione europea e non vogliamo che ci siano altri che decidano al nostro posto”.

 

 

 

14 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs