Varese

Varese, due nuovi mezzi Avt per il trasporto dei disabili

Il vertice Avt con il vicesindaco Baroni e il segretario generale del Comune Ciminelli

Il vertice Avt con il vicesindaco Baroni e il segretario generale del Comune Ciminelli

Due nuovi automezzi destinati al trasporto di persone disabili e in stato di bisogno sono stati presentati questa mattina da Avt ai Giardini Estensi. Due pullmini che vanno ad aggiungersi agli altri nove mezzi già in dotazione alla società dei trasporti controllata dal Comune di Varese.

Un’attività significativa, come dice il presidente Maurizio Marino, che si traduce in numeri di tutto rispetto: sono 40 mila le persone trasportate da Avt in un anno, con i mezzi che percorrono annualmente 300 mila chilometri. I due nuovi mezzi hanno una capienza diversa: quello con 20 posti è costato 80 mila euro, mentre quello con 9 posti ha un prezzo di 40 mila euro. “Il 40% della nostra attività – ha sottolineato Marino – riguarda i servizi sociali”.

La presentazione dei nuovi mezzi di trasporto disabili è stata anche occasione, per il vertice Avt, di illustrare gli ultimi dati di bilancio: un bilancio chiuso con 75 mila euro di utili, con 1 milione e 800 mila euro di proventi della sosta. Come ha spiegato il presidente Marino, sarà messa a disposizione del Comune e del suo bilancio una riserva di 1 milione e 200 mila euro.

Marino si è soffermato anche sulla cronaca. In particolare ha dichiarato che “il centro della città è tartassato dai pass, che intasano il centro”. Quanto alla recente decisione presa dal Consiglio comunale sui pass, Marino ha detto: “vedremo se la riduzione è stata effettiva”.

Sul fronte invece dei nuovi parcheggi, il presidente Avt ha sottolineato come il parcheggio di via Sempione è cambiato nel corso del tempo, passando da un costo di 2 milioni di euro a 5 milioni di euro. “Il progetto originario da noi presentato – ha rimarcato Marino – era molto diverso da quello attuale, senza box e senza spazi commerciali. Certamente assai meno costoso e a rotazione”. La sistemazione, invece, del parcheggio di via Verdi comporta una spesa di 150 mila euro.

Infine Marino ha annunciato che il cda di Avt ha acceso il semaforo verde ad un nuovo regolamento per i permessi di sosta per i residenti: prima erano rilasciati solo per le vie che presentassero gli stalli blu, mentre oggi i permessi sono riservati alle vie del centro presenti in un elenco, a prescindere dalla presenza degli stalli blu. Un regolamento che ora attende l’ok da parte di Palazzo Estense.

 

13 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs