Varese

Varese, Festa Polizia, il questore Messina: la sicurezza tiene bene

Un  omento dell'intervento del questore Messina

Un omento dell’intervento del questore Messina

Sobria e partecipata, si è tenuta ieri mattina, presso la Camera di commercio di Varese, la 62a Festa della Polizia di Stato, un appuntamento che è stato celebrato in tutto il Paese. Dopo la lettura, da parte di Silvia Carozzo, dirigente della squadra Mobile, dei messaggi istituzionali, è intervenuto il questore di Varese, Francesco Messina.

Un intervento che ha evidenziato “l’ondata di forte disagio economico e sociale che ha investito l’intero Paese e anche Varese”. Un momento delicato anche per l’ordine pubblico. “Nelle piazze – ha continuato il questore – l’evidente clima di scarsa coesione sociale spesso ha finito per far assumere alle Forze dell’ordine la funzione di vero e proprio diaframma posto a separare il dissenziente violento ad ogni costo, dal resto dei manifestanti”. A fronte dei cambiamenti, dei problemi, delle nuove esigenze di una società “liquida” (quella di cui parla Bauman), alla Polizia si chiede un di più di flessibilità.

Il questore di Varese ha sottolineato anche il radicamento nel territorio: “Si è significativamente sviluppata la collaborazione con i sindaci della provincia e con le rispettive polizie locali, con i rappresentanti di associazioni di categoria e persino di altri consessi assistenziali volontari privati”.

Per quanto riguarda i numeri, sono stati 2700 gli interventi della Polizia nell’ultimo anno. Per quanto riguarda la situazione della sicurezza e dell’ordine pubblico nella nostra provincia, Messina ha rimarcato che “alla variazione in aumento del numero dei delitti consumati complessivamente nel corso dell’anno è corrisposta una sostanziale tenuta in termini di numero denunce in stato di libertà o di arresto per i presunti autori individuati”. Dunque “a Varese dunque il sistema sicurezza continua tenere bene nonostante gli effetti che anche nel nostro territorio ha prodotto il contingente stato di crisi economica e sociale”.

La cerimonia si è conclusa con la consegna di riconoscimenti agli agenti che si sono segnalati per la loro attività.

“ENCOMIO” – All’Assistente della Polizia di Stato Tiziana LEONARDI in servizio presso Sottosezione della Polizia Stradale di Busto Arsizio. Motivazione: “Evidenziando spiccate doti professionali e notevole intuito investigativo, espletava una operazione di polizia giudiziaria che consentiva l’arresto di due malviventi responsabili del reato di rapina a mano armata. Varese, 28 settembre 2011.

“LODE” – All’Ispettore Superiore SUPS Giovanni MASCHI e al Sovrintendente Mario GEROLA della Polizia di Stato in servizio presso la Squadra Mobile della Questura di Varese. Motivazione: “Per l’impegno profuso rispettivamente nel coordinare e portare a termine un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva l’arresto di quattro persone, tra cui un latitante, responsabili di tentata rapina, ricettazione e porto abusivo di armi. Varese 5 ottobre 2011.”

“LODE” – All’Assistente Capo della Polizia di Stato Pietro GUTTAIANO in servizio presso Ufficio di Gabinetto della Questura di Varese- Ufficio Sicurezza Personale. Motivazione: “Con impegno e professionalità portava a termine un intervento di soccorso pubblico che consentiva di salvare la vita di un uomo, coinvolto in un grave incidente stradale. Varese, 17 luglio 2011”.

“LODE” – Al Sostituto Commissario Marco MERZETTI e al Sovrintendente Anastasio PEZONE della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Gallarate. Motivazione: “Con impegno e professionalità rispettivamente coordinava ed espletava un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva l’arresto di un cittadino albanese, responsabile di detenzione di stupefacenti e porto abusivo di armi ed il sequestrato di circa 10 Kg di droga, di pistole con matricole abrase e relativi munizionamenti. Varese, 23 dicembre 2011.

“LODE” – All’Assistente Capo Luca MAROCCO e all’Agente Scelto Fabio BRIZZI della Polizia di Stato in servizio presso Sottosezione Polizia Stradale di Busto Arsizio. Motivazione: “Per l’impegno profuso nel portare a termine un’operazione di polizia giudiziaria che consentiva l’arresto di tre persone, responsabili di due rapine in danno di gestori di aree di servizio autostradali. Arese (MI), 11 maggio 2011”.

“LODE” – Al Sovrintendente della Polizia di Stato Giampiero ROMAGNOLI in servizio presso Ufficio di Polizia di Frontiera di Malpensa. Motivazione: “Con dedizione al servizio e determinazione operativa, espletava un indagine di polizia giudiziaria, che consentiva di sgominare un sodalizio criminale dedito al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Varese, 6 dicembre 2010.”

 

11 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs