Varese

Varese, prima Cappella, tre acquerelli su com’è e come sarà col parcheggio

Mirabelli mostra in aula un acquerello

Mirabelli mostra in aula un acquerello

Ancora una volta il tema caldo del parcheggio alla Prima Cappella alimenta lo scontro politico all’interno del Consiglio comunale. E’ accaduto ieri sera quando, in Salone Estense, le posizioni degli schieramenti si sono espresse con chiarezza. Un confronto duro, senza sfumature, che tuttavia fa eco alla mobilitazione che sul tema sta portando avanti, fuori dal Consiglio, il comitato di cittadini #Varese 2.0.

Ad accendere le polveri ci pensa Piero Galparoli, che ieri sera ha ufficializzato il passaggio al gruppo misto-Forza Italia. Galparoli ha parlato di “attacchi incredibili delle minoranze”, aggiungendo – con una annotazione interessante – “ho visto pochi che abbiano difeso il progetto, tranne il sindaco Fontana e il vicesindaco Baroni”. “E’ un’opera fondamentale per la città – ha continuato il forzista -, su cui il comitato è intervenuto con ampio ritardo”. Tuttavia Galparoli ha sottolineato come “i partiti di opposizione seguano il comitato”.

A rispondere al consigliere Galparoli ci ha pensato il capogruppo Pd Fabrizio Mirabelli. “Il Pd si è opposto fin dall’inizio alla stravagante idea di realizzare il parcheggio, che non risolverebbe l’accessibilità al Sacro Monte, affosserebbe definitivamente la funicolare e non sarebbe pronto per Expo”. Mirabelli ha ricordato che il Pd ha presentato una osservazione contro il progetto. Mirabelli ha detto no a “progetti faraonici”, puntando a soluzioni più concrete come il potenziamento del trasporto pubblico.

A questo punto Mirabelli ha voluto fare dono al sindaco (in quel momento assente) di tre acquerelli del consigliere Emilio Corbetta, capaci di fotografare la Prima Cappella oggi e la Prima Cappella qualora fosse realizzato il parcheggio: da colori brillanti e variegati si passerebbe ad un cupo grigio cemento. Sì, infine, ad un referendum consultivo dei varesini, come previsto dallo Statuto comunale.

6 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, prima Cappella, tre acquerelli su com’è e come sarà col parcheggio

  1. Roberto Gervasini#VARESE2.0 il 6 maggio 2014, ore 13:08

    Non siamo NOI del Comitato#VARESE2.0 i ritardati. Gaparoli ,forse occupato troppo per far conferire la cittadinanza onoraria varesina ad un pregiudicato non riesce a mettersi nei panni di noi poveri tapini, cittadini qualunque, che possono venire a conoscenza di fatti anche gravi solamente quando la stampa ne da notizia. Ricorderei ai varesini e a tutti coloro che seguono questa vicenda che il Progetto del Parcheggio alla Prima Cappella, essendo oggetto di un ACCORDO DI PROGRAMMA, non è MAI passato in discussione nel Consiglio Comunale. Colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente Fabrizio Mirabelli. che cortesemente mi ha fornito notevole materiale riguardante il progetto e che altrimenti difficilmente avrei potuto ottenere in tempi brevi. Cosi’ come gli altri membri del Comotato#Varese2.0 hanno avuto incontri coi consiglieri Nicoletti, Civati, Corbetta, Ronca.noi andiamo avanti, magari anche in qualche aula del tribunale. Grazie

  2. Laura Caruso il 6 maggio 2014, ore 20:27

    Ritardo? quale? noi del comitato ci siamo limitati durante un incontro puramente amicale a criticare tra di noi quella scelta, e a quel punto abbiamo constatato come ognuno di noi avesse amici, vicini di casa, conoscenti etc furibondi per quel parcheggio..articoli, lettere ai giornali, la posizione del Pd e di altri esponenti politici erano ben noti alla Giunta, il dissenso ed il malcontento erano palpabili ovunque -fuori dal Palazzo – si parlasse del parcheggio e semplicemente ignorati. Noi abbiamo solo proposto di canalizzare la protesta ed amplificare le voci, nessun accordo e nessun contrasto con Fabrizio Mirabelli o altri, solo una questione di buonsenso e di richiesta di un Amministrazione che gestisca i soldi delle (troppe) tasse che paghiamo agli Enti Locali con l’oculatezza del buon padre di famiglia, e la considerazione del fatto che di questi tempi nelle famiglie italiane si taglia sulle spese superflue

Rispondi

 
 
kaiser jobs