Varese

Varese, il matematico Odifreddi inaugura il festival “Storie di scienza”

Piergiorgio Odifreddi

Piergiorgio Odifreddi

Torna Storie di Scienza, il festival della scienza di Varese: aperitivi scientifici, conferenze, conferenze-teatrali, cineforum e laboratori per i più piccoli punteggeranno tutto il mese di maggio, con l’obiettivo di avvicinare il pubblico al mondo della scienza, in paricolare quest’anno al tema dell’energia. Molti i relatori di spicco, tra cui il noto matematico Piergiorgio Odifreddi, che inaugurerà la kermesse martedì 6 maggio alle 21.00 in Salone Estense con la conferenza “Quanta energia hai ancora?”.

Il programma (scaricabile da qui: http://www.storiediscienza.it/wp-content/uploads/2014/04/Programma-2014.pdf)

Domenica 18 maggio nello stesso luogo l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi alle 21.00 parlerà di “Tecnologie dell’antichità”. L’energia che modifica il clima, come nelle rivoluzioni energetiche, sarà raccontata dal fondatore di CasaClima Norbert Lantschner martedì 20 ore 21.00 nell’Aula Magna dell’Università dell’Insubria in via Dunant.

L’energia che ci permette di scoprire i mattoni fondamentali dell’universo sarà invece spiegata dal fisico Roberto Battiston sabato 24 maggio ore 21.00 in sala Montanari. E poi l’energia per cucinare: perché anche le cotture sono una scienza, come racconterà Dario Bressanini domenica 25 al Gogo Fruit alle 18.00. Mentre Lorenzo Pinna affronterà martedì 13 ore 21.00 a Salone Estense il tema dell’automazione e della robotica che avanzano. Di ambientalismo, ricerca e filosofia si occuperanno due aperitivi scientifici al Globe Cafè alle 18.00: venerdì 9 con Vittorio Cogliati Dezza e Fabio Minazzi, venerdì 16 con Barbara Meggetto, Mita Lapi e Alessandra Gagliardi.

E poi i laboratori/mostra per i bambini “Crani pazzeschi” ed “Energia e vita” in piazza Repubblica a cura dell’Associazione Didattica Museale del Msueo di Storia Naturale di Milano e le parentesi dedicate al teatro e al cinema, con lo spettacolo di Diego Parassole “Che BIO ce la mandi buona” sabato 10 in sala Montanari e il “Manuale di sopravviveza per surriscaldati globali” di Michele Vio e Benito Guerra, intervallati dall’improvvisazione teatrale dei Plateali, sabato 17 nell’Aula Magna di via Ravasi.

La chiusura sarà affidata al cinema fantascientifico indipendente con la proiezione di Snowpiercer, seguita da un film a sorpresa, giovedì 29 maggio al Cinema Nuovo.

La rassegna è organizzata dall’associazione Storie di Scienza con la collaborazione del Comune di Varese, il patrocinio dell’Università dell’Insubria e dell’Ordine degli  Ingegneri della provincia di Varese, il sostegno di Robur (main sponsor), Domotecnica e Ubi Banca Popolare di Bergamo.

Il Comitato Scientifico è composto da Alberto Coen Porisini (Rettore dell’Università degli Studi dell’Insubria), Ezio Vaccari (Direttore Dipartimento di Scienze Teoriche e Applicate, Università degli Studi dell’Insubria), Fabio Minazzi (Presidente del Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione, Università degli Studi dell’Insubria), Andrea Candela (Università degli Studi dell’Insubria), Federico Pasquarè Mariotto (Università degli Studi dell’Insubria), Mauro Sabbadini (Associazione Storie di Scienza), Maurizio Melis (Radio24 e Associazione Storie di Scienza).

Storie di Scienza è un’associazione di promozione sociale non confessionale, autonoma, democratica e apartitica con sede in Varese. Opera per la libertà di coscienza, di espressione, di studio e di ricerca. Persegue principalmente la pianificazione, progettazione e realizzazione del festival “Storie di Scienza”, come strumento per la divulgazione scientifica e culturale. Organizzazioni socie sono Arci, Asvp, Legambiente e Uaar.

5 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, il matematico Odifreddi inaugura il festival “Storie di scienza”

  1. Alberto Amati il 6 maggio 2014, ore 09:01

    Interessantissimo e attualissimo dossier sul potere nel numero nuovo di Focus, attualmente in edicola… lo consiglio!

Rispondi

 
 
kaiser jobs