Varese

Varese, La Russa sostiene i candidati di Fratelli d’Italia. E parla dei marò

 

L'ex ministro La Russa al gazebo di piazza Monte Grappa a Varese

L’ex ministro La Russa al gazebo di piazza Monte Grappa a Varese

L’ex ministro alla Difesa Ignazio La Russa giunge in piazza Monte Grappa a Varese, al gazebo di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, per sostenere i candidati alle elezioni europee Paolo Valmori (che è anche membro assemblea nazionale) e Simona Ronchi (consigliere comunale Luino). Presenti la portavoce regionale Paola Frassinetti, il varesino Fabio Fedi e il bravo sindaco di Luino Andrea Pellicini. 

L’ex ministro alla Difesa parla subito di Europa: “Noi siamo contro l’Europa delle banche e della speculazione finanziaria, ma siamo a favore di quella dei popoli”. Un po’ come dice la Lega? “Sulla Lega voglio stendere un pietoso velo”. Quanto all’euro, La Russa dice la sua: “Dobbiamo metterci attorno ad un tavolo ed alzare la testa, chiedendo che ci siano un euro marco, che riguardi la Germania e il Nord Europa, e un altro euro per gli altri Paesi europei”. Perchè? “Perchè quest’ultimo sia rispettoso della nostra economia. Se questo non avvenisse, potremo uscire dall’euro: sempre meglio correre i rischi di un ritorno alla lira piuttosto che affrontare la certezza della morte con l’euro”. 

La Russa non manca di intervenire sull’attualità politica: meglio Berlusconi o Renzi? “Nessuno dei due – risponde subito La Russa -. Tra i due non c’è molta differenza, uno sostiene l’altro: Berlusconi consente a Renzi di avere un governo, Renzi a Berlusconi di mantenere il suo ruolo politico”.

Poi La Russa fa il punto su Fratelli d’Italia: “Siamo l’unico partito che, dalle elezioni politiche, ha raddoppiato i suoi consensi. Noi in questo anno di vita abbiamo ricucito i fili della nostra storia, mentre gli altri, invece che unirsi per battere la sinistra, litigano come cani e gatti. La nostra bandiera va letta dal basso in alto: in basso le radici, la Fiamma; sopra il passato prossimo, Alleanza Nazionale; il presente ancora sopra, Fratelli d’Italia; il nome della Meloni, il futuro, più in alto”. Aggiunge La Russa: “Non solo abbiamo rifondato la destra, ma stiamo attirando personalità con altre provenienze, come l’ex ministro Guidi o l’ex ministro Santagata”.

Infine un appello sui due marò detenuti in India: “Dobbiamo riportarli a casa. Dobbiamo investire le istituzioni internazionali. Andare all’Onu e alla Nato minacciando la nostra uscita dalle missioni internazionali se non si impegneranno a favore dei nostri marò”.

 

 

3 maggio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs