Varese

Varese, chiuso il bilancio, Aspem Reti sottoscrive mutuo da 30 milioni

L'amministratore di Aspem Reti, Ciro Calemme

L’amministratore di Aspem Reti, Ciro Calemme

E’ arrivato l’ok di Palazzo Estense al bilancio di Aspem Reti, la controllata del Comune di Varese presieduta dal forzista Ciro Calemme, che siede al vertice di Aspem Reti e ricopre il ruolo di coordinatore vicario cittadino degli Azzurri. Il bilancio della società comunale è il primo che Calemme firma da amministratore unico.

Un bilancio che mette sul tavolo un utile di 431 mila euro, cifra che Aspem Reti mette a disposizione del Comune. Ma il bilancio in utile non basta. E’ in corso infatti un confronto su un debito nei confronti di A2a, che governa Aspem spa: il debito nei confronti della società milanese è di 15 milioni di euro, da pagare entro la fine di luglio di quest’anno. Una scadenza che ha portato ad attivarsi per reperire le risorse necessarie, che consentano di pagare il debito e fare nuovi investimenti. Con questa finalità Calemme ha rivelato essere stato chiesto un maxi-mutuo da 30 milioni di euro, che presto verrà formalizzato.

Non solo. Ma per Calemme il bilancio segnala una buona condizione di salute della controllata del Comune. Aumento dei ricavi, sette milioni di euro annui investiti quest’anno e il prossimo, aperte collaborazioni con l’Università di Marrakech grazie alla capofila del progetto, l’Università dell’Insubria. Buone condizioni che costituiscono una garanzia per il Comune che su Aspem Reti può contare per eventuali, future necessità.

30 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs