Varese

Varese applaude “La Palmira” e gli esilaranti cugini svizzeri dei Legnanesi

La bella e brava Simona Bermasconi al Miv di Varese

La bella e brava Simona Bernasconi al Miv di Varese

Sbarca anche a Varese la pellicola campione di incassi in Ticino, “La Palmira Ul Film”, il primo lungometraggio prodotto e diretto dal giovane Alberto Meroni, che ha avuto il grande merito di portare sul grande schermo i personaggi e gli attori della Compagnia dialettale di Mendrisio che ha proposto la Palmira e le sue vicende per oltre trent’anni divertendo oltre 110 mila spettatori.

La prima varesina è andata in scena al cinema Miv di Varese, alla presenza di tutto il cast del film, a partire dal regista e dai protagonisti. Come dice Meroni, presentando la pellicola girata a Mendrisio e sottotitolata in italiano quando gli attori parlano in dialetto, “sono felice di essere riuscito a convincerli a tornare sullo schermo dopo 12 anni in cui hanno smesso di calcare il palcoscenico”.

A Varese sono intervenuti i cugini svizzeri dei Legnanesi: la Palmira, cioè Rodolfo Bernasconi, e la Miglieta impersonata da Germano Porta. Ma a fare la parte del leone i due protagonisti più giovani: l’ex frontalier Flavio Sala, che qui interpreta il direttore del circo Beck, e la bella e brava Simona Bernasconi, che nel film veste i panni di Elisabetta, la ragazza del circo, e che abbiamo visto in un piccolo cameo ambientato in un bordello nel film “Il Pretore”. Da ricordare anche la partecipazione straordinaria dei Legnanesi, che presto saranno di ritorno all’Apollonio di Varese.

 

 

30 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese applaude “La Palmira” e gli esilaranti cugini svizzeri dei Legnanesi

  1. Ermanno Maculan il 1 maggio 2014, ore 00:42

    gran Bella Serata…E piacevole Film …nella sua genuinità !!!

Rispondi

 
 
kaiser jobs