Varese

Varese, emergenza affitti, il Pd propone un Fondo di solidarietà

Anziane_in_panchinaNasce un Fondo di solidarietà per i meno abbienti a Varese. Una proposta firmata dalla consigliera comunale varesina del Pd, Luisa Oprandi, che sul tema ha depositato a Palazzo Estense una mozione che fa riferimento alla situazione di estrema precarietà che molte famiglie della città stanno vivendo, a seguito di gravi disagi a livello economico e conseguenti urgenze per quanto riguarda il pagamento degli affitti, cui fanno seguito successivi sfratti e condizioni di estremo disagio a livello abitativo.

La consigliera Oprandi propone al Comune di istituire un “Fondo di solidarietà cittadino, volto alla libera raccolta di contributi e destinato alla compartecipazione della cittadinanza e dell’Amministrazione comunale nel supportare le gravi condizioni abitative e di evidente disagio di diverse famiglie residenti in città, che si vedono costrette ( e con loro molti minori) ad accettare situazioni di grande precarietà e ai limiti della accettazione in termini di vivibilità”.

La proposta parte dalla consapevolezza dell’esistenza di oltre 2000 appartamenti sfitti nel territorio comunale. “Di questi – scrive la Oprandi – alcuni potrebbero essere immediatamente abitati da famiglie in difficoltà se il costo degli affitti non fosse improponibile per nuclei familiari che vivono con 600 euro complessivi al mese; necessitano di poche risistemazioni per essere comprese nei limiti richiesti per la concessione della agibilità; necessitano di interventi consistenti in quanto destinati da anni all’abbandono”.

Un Fondo di solidarietà cittadino consentirebbe alla Amministrazione di offrire condizioni di garanzia ai proprietari, invogliando la disponibilità di appartamenti che altrimenti resterebbero sfitti e, al tempo stesso, assicurerebbe i proprietari circa la temporaneità della locazione (fissandone un limite temporale) e circa il pagamento del canone in caso di impossibilità documentata dell’affittuario a farvi fronte.

20 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs