Somma Lombardo

Somma Lombardo, fermata moglie di Faraci per l’omicidio del marito

1158_43

I Carabinieri di Varese hanno fermato nella notte la moglie di Antonino Faraci, Aita Melina, 64enne pensionata quale responsabile dell’omicidio avvenuto il 13 aprile all’interno dell’abitazione di famiglia di Somma Lombardo.

A suo carico i militari dell’Arma hanno raccolto numerosi elementi di riscontro a confutazione della versione fornita  dalla stessa orientata ad escludere la sua presenza all’interno della villetta al momento dell’omicidio. Dovrà rispondere anche di simulazione di reato aggravata dal fatto di avere finto una rapina per garantirsi l’impunità dal più grave delicitto di omicidio. 

Sono passati solo cinque giorni dall’episodio e i Carabinieri di Varese coordinati dalla Procura della Repubblica di Busto Arsizio sono in attesa di ulteriori riscontri che arriveranno dal Ris al quale sono stati inviati l’autovettura in uso alla donna e numerosi altri reperti sequestrati nel corso del sopralluogo effettuato dagli specialisti del Reparto operativo di Varese. La Procura di Busto Arsizio ha proceduto ad emanare il fermo anche in relazione al grave e concreto pericolo di inquinamento delle prove e di fuga.

La pista famigliare è stata individuata da subito dagli investigatori quale maggiormente probabile. Una prima risposta è dunque arrivata a soli 5 giorni dal delitto. Ora la donna è rinchiusa nel carcere di Monza a disposizione dell’autorità giudiziaria di Busto Arsizio.

 

19 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs