Varese

Varese, Peppino Meazza, militare e giornalista. Serata al Gruppo Alpini

Gruppo di alpini in Albania

Gruppo di alpini in Albania

Un appuntamento con la storia condotto da protagonisti varesini, quello in programma, presso la sede del Gruppo Alpini Varese in via degli Alpini 1 a Varese, mercoledì 9 aprile alle ore 21. Una serata alla quale interverranno lo storico varesino del fascismo e della Resistenza, Franco Giannantoni, e il fotografo Carlo Meazza.

Al centro dell’incontro il libro di Giuseppe Meazza “Scritti 1929-1944″ che il figlio Carlo propose per l’editore Nicolini editore nel 1998 assemblando memorie, articoli e due preziosi taccuini di guerra (1943-1944). Un volume che descrive la figura di Peppino Meazza, giornalista ed alpino, prigioniero dopo l’armistizio in Montenegro e dopo un girovagare per sei campi di concentramento tra Germania e Polonia come Imi (Internato militare italiano) rientrato in Italia nel maggio 1944 avendo optato, con altri varesini, per la Repubblica Sociale Italiana. Una opzione che è frutto della necessità di vedere la famiglia e Donatella, la figlia nata mentre lui era assente.

Come racconta lo storico Giannantoni, “io conobbi Meazza nel 1965 al mio ingresso in Prealpina, dove fu il mio caporedattore. Un buon uomo, non mi parlò mai della guerra, avendola rimossa come molti figli di quella ‘generazione perduta’ di cui scrisse Ruggero Zangrandi nel suo memorabile ‘Il lungo viaggio attraverso il fascismo’. Parlava invece del suo amore per la montagna”.

5 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs