Luino

Luino rilancia il lungolago grazie all’accordo con la Provincia di Varese

IMG_1745Rinasce il lungolago di Luino con la realizzazione di un progetto condiviso tra Provincia di Varese, Comune di Luino, Gal, società Canottieri Luino e Agenzia del Turismo della provincia di Varese. I dettagli dell’accordo sono stati presentati questa mattina in una conferenza stampa a Villa Recalcati, alla quale, oltre ai tecnici provinciali e comunali, hanno partecipato Dario Galli, Commissario straordinario della Provincia di Varese; Andrea Pellicini, Sindaco di Luino, Luigi Manzo, Presidente della società Canottieri Luino e Paola Della Chiesa, Direttore Agenzia del Turismo della provincia di Varese (nella foto, la presentazione del progetto).

Il progetto, che ammonta a 600 mila euro, finanziati al 50% da Provincia di Varese, prevede: il potenziamento della sede della canottieri; l’allestimento di uno spazio protetto per il ricovero di imbarcazioni per il canottaggio, carrelli e logistica; la realizzazione di un centro accoglienza turistico “Infopoint”; la sistemazione di uno spazio verde a lago che, oltre ad offrire una imprendibile vista sul “canalone” dell’alto lago Maggiore, permette di svolgere diverse attività ludico ricreative nel grande spazio prima occupato dal campo di calcio.

Come ha dichiarato Dario Galli, Commissario straordinario della Provincia di Varese, “la scelta di sostenere questo intervento rientra nella logica dei progetti realizzati nell’ambito del canottaggio e funzionali a valorizzare il più possibile le nostre eccellenze territoriali, ma anche sportive. Con l’intervento sul lungolago di Luino completiamo le opere dedicate al canottaggio e che abbiamo già realizzato a Gavirate e alla Schiranna. Non dimentichiamo poi, che Luino “significa” lago Maggiore, ovvero un territorio di pregio, capace di richiamare molti turisti e che ha il vantaggio di avere una specialità remiera qual è il coastal rowing. L’obiettivo ora è fare di Luino un punto di riferimento costante nel panorama del canottaggio per la sua specialità, come è accaduto per la Schiranna e il lago di Varese”. Per Andrea Pellicini, Sindaco di Luino, “grazie all’aiuto della Provincia di Varese riusciamo a realizzare un intervento importante e che da soli non avremmo potuto cero fare. Quando il cantiere sarà concluso, la città, i luinesi e i turisti potranno davvero riappropriarsi di uno spazio bellissimo che si affaccia sul lago. Stiamo lavorando per il futuro della nostra città e di tutto il Varesotto, visto gli sforzi fatti per riqualificare altri tratti di lungo lago, il progetto che oggi abbiamo presentato e il finanziamento di Fondazione Cariplo per il recupero di Palazzo Verbania”.

Per Luigi Manzo, Presidente Canottieri Luino, si tratta di “una svolta epocale dopo 125 anni di attività. Un progetto che va a rafforzare ancor di più il collegamento che ormai si è creato tra i laghi di Maggiore e di Varese. Si tratta di un collegamento sportivo, turistico e in un futuro non lontano anche ciclabile visto che si sta pensando alla realizzazione di una ciclopedonale. Ora il nostro obiettivo è organizzare una serie di eventi internazionali così da completare il panorama remiere anche sotto il profilo delle competizioni agonistiche”. “Giusto un anno fa – conclude Paola Della Chiesa, Direttore Agenzia del turismo della Provincia di Varese – avevamo proposto la doppia candidatura Gavirate – Luino per il progetto Eden, inerente il turismo sostenibile a livello nazionale ed europeo. Ricordo che le due località sono state inserite tra le prime 5 a livello nazionale e le prime 30 a livello continentale, ottenendo un importante riconoscimento, che ora vede il proprio completamento a livello pratico con la realizzazione del progetto di riqualificazione del lungolago di Luino e della sede della società canottieri”.

3 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs