Regione

Regione, il Ncd diserta l’Aula sui Nasko. Maggioranza in fibrillazione

consAll’origine delle tensioni di oggi in Consiglio regionale della Lombardia, le dichiarazioni circa il fatto che i fondi a sostegno della maternità avevano finito per essere sussidi sociali di cui godevano gli extracomunitari. Considerazioni che hanno portato a cambiare i criteri – diventati più restrittivi rispetto al passato – dell’assegnazione dei fondi.

Si sono registrate tensioni nella maggioranza di centrodestra del Consiglio regionale della Lombardi con i consiglieri del Nuovo Centro Destra che hanno disertato l’aula del Consiglio, dove all’ordine del giorno figurava anche la votazione sui criteri per l’erogazione dei fondi regionali per la famiglia: i fondi Nasko e Cresco.

Mauro Parolini, Presidente del Gruppo Consiliare Ncd alla Regione Lombardia, ha contestato l’intervento dell’assessore alla sanità Maria Cristina Cantù su questo tema nei giorni passati. Il capogruppo ha lamentato una eccessiva “rigidità” circa la richiesta di cinque anni di residenza per accedere ai fondi.

Assenti i consiglieri Ncd in Aula, che hanno anche criticato “una carenza di collegialità”. Sul tavolo c’è anche il problema del rimpasto dopo la rottura tra Forza Italia e Ncd.

1 aprile 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi

 
 
kaiser jobs