Varese

Varese, l’impegno dei volontari di Sodalitas a sostegno del non profit

Volontari di Sodalitas Varese: da sinistra Renzo De Conti, Guido e Manzoni

Volontari di Sodalitas Varese: da sinistra Renzo De Conti, Guido e Manzoni

La Fondazione Sodalitas sezione di Varese ha presentato un bilancio delle sue attività svolte nel 2013, un impegno che da anni la realtà legata a Confindustria e impegnata nel mondo del non profit svolge grazie ad una rete di volontari che prestano la loro consulenza e la loro opera ad associazioni di volontariato e a cooperative.

Per quanto riguarda il 2013, come ha ricordato Carlo Manzoni, coordinatore di Sodalitas Varese, sono stati 26 i consulenti volontari, 39 i progetti seguiti, 34 le realtà in cui i volontari si sono impegnati, dalle cooperative sociali alle scuole. “Soprattutto abbiamo puntato – continua Manzoni – al controllo di gestione delle cooperative sociali in collaborazione con Confcooperative Varese, e alla valutazione della efficacia (outcome) delle attività nelle cooperative sociali”. Su quest’ultimo punto si è soffermato Alessandro Guido, socio volontario di Sodalitas, sia pure in relazione al Comune di Dairago, dove Sodalitas ha misurato l’efficiacia delle azioni condotte dal Comune sul fronte del senso di appartenenza dei cittadini al territorio comunale.

Tra le iniziative di Sodalitas anche la certificazione Iso 9001 di tre cooperative sociali. A spiegare il lavoro svolto insieme a Sodalitas, la cooperativa sociale Abad di Inarzo, impegnata a dare lavoro a persone con disabilità in maniera competitiva rispetto a realtà operanti sul mercato.

29 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi