Varese

Varese, “Voci di donne”, un talk show con alcune signore di successo

Il talk show all'Agenzia del Turismo

Il talk show all’Agenzia del Turismo

Bel debutto per la rassegna “Voci di donne”, avvio della “Road to Expo” al femminile, il talk show che si è svolto ieri pomeriggio, primo giorno di Primavera, presso la sede dell’Agenzia del Turismo della provincia di Varese. Donne protagoniste che raccontano raccontandosi, un dibattito con un pubblico prevalentemente femminile, un confronto tra donne che “ce l’hanno fatta”. La prima tappa di una rassegna realizzata da Expo Village, con il patrocinio di Comune, Provincia e Agenzia del Turismo di Varese, e con la collaborazione dell’Ordine degli Architetti di Varese.

Tutto è partito con quattro donne: la giornalista Nicoletta Romano, la manager Stefania Morandi, l’attrice Claudia Donadoni e la padrona di casa, Paola Della Chiesa, direttore dell’Agenzia del Turismo. Ad offrire spunti e formulare brillanti ipotesi di discussione, la giornalista del quotidiano La Prealpina, Rosi Brandi. Un lungo colloquio, proseguito con altre testimoni e che andrà ancora avanti nei prossimi giorni.

Nella sala del primo piano, abbellita da fiori e sovrastata da immagini color seppia di eleganti donne del tempo che fu, si sono intrecciate opinioni, pensieri, battute. Una lunga conversazione partita dalle quote rose, che la Brandi ha posto sul tavolo per iniziare. Un tema che una protagonista come Nicoletta Romano ha subito messo da parte: “Basta parlare di quote rosa – ha detto la giornalista -, non ne posso più”. Non spazi garantiti, insomma, ma risultati da conquistare con la forza dell’intelligenza e della professionalità. “Le donne mostrano di avere una sensibilità e una intuizione dei dettagli – ha detto la Morandi – che non si ritrovano negli uomini”. Scegliendo di trattare il settore del turismo, Paola Della Chiesa ha esemplificato: “Mi occupo di turismo: sono le donne a scegliere dove fare le vacanze. E noi donne siamo in grado di capire meglio orientamenti e scelte”.

Tuttavia, non sempre il merito e la professionalità premiano le donne. “All’estero la meritocrazia regna sovrana – dice la Romano, diverse esperienze di lavoro in paesi europei ed extra -, mentre qui la bellezza ha un peso molto significativo”. “No, penso che se hai carattere e le cosiddette ‘palle’, vai avanti comunque. E poi è anche vero che gli uomini sanno fare squadra e le donne no”, taglia corto la Morandi. “Sì, non c’è dubbio, gli stranieri sono diversi. E accade – sottolinea la Della Chiesa – che donne diventino manager di grandi multinazionali”. Secondo la Donadoni “la bellezza aiuta all’inizio, ma poi diventa un limite”.

Oltre al lavoro, il dibattito punta deciso sul tempo libero. Cosa fanno le donne di successo nel loro tempo libero? Quali sono i loro hobby? Tutte dicono che la loro vera passione è il lavoro che fanno. Paola Della Chiesa punta su pilates e riflessologia plantare, mentre la Donadoni opta per meditazione buddista e yoga. La Morandi ama correre prestissimo, al mattino, mentre Nicoletta Romano sceglie natura e musica classica come ricetta anti-stress.

 

 

22 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Varese, “Voci di donne”, un talk show con alcune signore di successo

  1. ombretta diaferia il 22 marzo 2014, ore 19:59

    Gli ismi son sempre pericolosi come certe donne che non san fare comunità.

    In questa ultima landa del profondo nord ci stiam riuscendo: dei tre acclamati slammer ieri sera due erano donne del futuro di 15 e 19 anni!

    Malgrado ancor oggi si debba essere al cospetto di alcune appartenenti al genere che “isma” anche me, maschiaccio sin dalla nascita, guardo veramente con pena profonda a quelle che cercan di fa squadra contro il prossimo per “magnifiche sorti e progressive”.

    Il Leopardi de Le ginestre mi ha insegnato a rincorrere sfide, non successi!

  2. Abdul sensibile il 25 marzo 2014, ore 22:18

    gente che si parla addosso

Rispondi