Varese

Varese, Provincia sul podio per le crociere sui laghi di Varese e Maggiore

La presentazione delle iniziative sui Laghi

La presentazione delle iniziative sui Laghi

Una serie di iniziative, quelle della Provincia di Varese relative alla navigazione delle acque, che hanno fatto da punto di riferimento per la stessa Regione Lombardia per quanto riguarda i percorsi turistici in crociera. Lago di Varese, Lago Maggiore, presto anche il Ticino, barche ecologiche, intrecci tra ambiente e cultura, tra cultura e fede, un pacchetto di proposte che ha riscontrato interesse tra la gente comune, attenzione del Pirellone e che oggi Provincia e Agenzia del Turismo rilanciano in vista di Expo. Ora le proposte fatte, in tutti questi anni, dalla Provincia di Varese, vedono giungere un riconoscimento regionale di 576 mila euro.

“Il finanziamento che abbiamo ottenuto vincendo un bando di Regione Lombardia – ha dichiarato il Commissario straordinario della Provincia di Varese Dario Galli - arriva dopo anni di programmazione e progettazione e verrà utilizzato per consolidare e potenziare tutte le iniziative utili alla valorizzazione e all’utilizzo delle nostre acque, dei nostri laghi e dei fiumi”.

Si entrati nel merito, a Villa Recalcati a Varese, dell’interessante progetto “Acque di Lombardia” e in particolare la parte inerente Provincia di Varese e il finanziamento ottenuto vincendo il bando regionale. “Le cose non accadono mai per caso – ha dichiarato Galli –. L’arrivo dei fondi del bando sono la conclusione di un lavoro partito qualche anno fa. Le acque non sono solo al centro del bando, sono anche una peculiarità della nostra terra e, guardando al 2015, uno degli argomenti cardine di Expo. Insomma come si vede c’è una coerenza a livello strategico e programmatico su quanto fatto da Provincia di Varese in questi ultimi anni: la navigazione sul lago di Varese dopo più di cento anni, il collegamento straordinario tra Laveno e Santa Caterina”.

Si tratta dei due esempi più importanti e che con le risorse destinate dalla Regione potremo potenziare e ampliare su entrambi i bacini in questione. L’assegnazione di questi fondi poi arriva a un anno esatto da Expo, e dunque potranno costituire, secondo Galli, un bel trampolino di lancio per il nostro territorio.

A descrivere l’origine della progettazione, citare una serie di dati e tracciare alcune linee per il futuro è stato il Direttore dell’Agenzia del Turismo Paola Della Chiesa: «Vorrei ringraziare l’ex assessore provinciale al Turismo e oggi consigliere regionale Francesca Brianza e il professore universitario Massimiliano Serati, con i quali abbiamo condiviso proprio l’incipit di questo percorso. Stiamo infatti parlando di una serie di progettazioni elaborate nel 2010 e che si sono concretizzate in questi cinque anni”.

Paola Della Chiesa parla mentre il materiale delle “crociere” che hanno riscosso tanto successo è steso sul tavolo: locandine, depliant, cartine  e quant’altro, segno di un’attività promozionale del territorio che, con Expo, diventano un vero valore aggiunto, oltre al fatto che, in giro, non si trova molto altro su queste tematiche. “Risultati interessanti si sono avuti – continua il direttore – per il collegamento tra Laveno e Santa Caterina, che in quattro stagioni estive ha servito 4.500 visitatori, oppure alle crociere sul lago di Varese, dove i passeggeri in due stagioni sfiorano le 2.500 unità. E ancora le “riciclette”, mezzo di trasporto sostenibile e veicolo per la promozione e la scoperta del territorio e in particolare di tutta la rete ciclopedonale della Provincia. Ma non c’è solo quanto fatto”.

“Stiamo infatti già lavorando su azioni di sviluppo delle progettualità attivate e da attivare e che hanno come finalità la valorizzazione delle nostre acque, inserite in una “rete” ancor più importante, ovvero il panorama regionale”. Si riferisce in particolare al nuovo progetto di navigazione del Lago Maggiore, dove il lago diventa Fiume Ticino. Un nuovo progetto che viene illustrato da Claudio Ceriani, direttore generale della Provincia. Anche in questo caso ci saranno barche ecologiche, con riqualificazione di pontili. Un’altra proposta concreta che sarà “giocata” quando apriranno le porte dell’Esposizione universale.

22 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi