Varese

Varese, c’è la crisi, ma come sono buoni i tortelli di San Giuseppe

Si preparano i tortelli

Si preparano i tortelli

Ieri è stato il cuore della festa di San Giuseppe, che il comitato organizzatore presieduto dal Cavaliere Vincenzo Bifulco ha portato avanti per due giorni nei pressi della chiesetta che è stata visitata da tantissimi varesini. Ricordiamo che del comitato fanno parte anche Angelo Antonetti, Luigi Bosoni, Enrico Colombo, Ninì dellla Misericordia, Rolando Doggi, Gianfranco Gerosa, Ottavio Lonati, Angelo Monti, Nando Spandri.

Un appuntamento tradizionale, che coincide con la festa del papà e che ha visto svolgersi un ricco cartellone di eventi: dal mercatino premiato da un grande afflusso di pubblico al riconoscimento ai volontari operanti ai Miogni, fino al suggestivo al volo delle colombe bianche che sono state liberate dal vicensindaco il professor Carlo Baroni e dal prevosto di Varese, monsignor Gilberto Donnini.

Ma a farla da padrone è stato lo stand che ha messo in vendita un dolcetto di cui andiamo ghiotti, che arriva puntuale ogni anno: i Tortelli di San Giuseppe, che sono stati preparati dai cuochi nella piazza e venduti al modico prezzo di 4 euro al sacchetto. Una vera leccornia, che è stata apprezzata dai varesini, che per tutta la giornata di ieri hanno fatto la coda davanti al banco.

20 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi