Varese

Varese, congedi parentali, in crescita i papà che curano i figli

ok2-1215039_650x0Alla vigilia della festa del papà di domani mercoledì 19 marzo emergono dati che – elaborati dall’Ufficio Studi della Camera di Commercio col suo portale statistico www.osserva-varese.it – fanno emergere un’accresciuta partecipazione maschile alla vita famigliare anche a livello locale.

Sul territorio varesino sono stimati quasi 500 congedi parentali all’anno presi dai papà per la cura dei figli, un dato che conferma la crescita nazionale e lombarda. Complessivamente in Italia i congedi parentali richiesti dai padri sono infatti arrivati a una quota pari all’11% del totale (89% donne), partendo dal 7,5% del 2008. Sul totale italiano di 31.201 congedi parentali, sono 5.091 quelli richiesti dai papà lombardi che hanno così usufruito di un’opportunità offerta loro dalla legge 53 in vigore dall’anno 2000: il dato regionale assorbe ben il 17,3% del totale nazionale.

Ritornando a Varese, sempre l’analisi dell’Ufficio Studi della Camera di Commercio permette di scoprire che l’età media paterna al momento della nascita del primo figlio è ora di 35,1 anni, quattro in più rispetto alle madri. Così, coerentemente con questi dati, la fascia d’età maggiormente interessata dai congedi parentali al maschile è quella compresa tra i 35 e i 44 anni (63% del totale).

Intanto la famiglia varesina continua a diventare sempre più piccola: nell’arco di dieci anni si è passati da una composizione media di 2,5 unità nel 2003 a 2,3 nel 2012. Il numero medio di figli per donna, poi, esprime una differenza fra italiane (1,29) e straniere (2,56).

18 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi