Varese

Varese, code alle mense, appello a raccolta straordinaria di alimenti

images (61)La Consulta della Famiglia del Comune di Varese, d’intesa con l’Assessorato Famiglia e Persona, si dichiara colpita dalle inimmaginabili sempre più lunghe file che si  formano alle porte delle mense per poveri, delle associazioni caritative e delle parrocchie che distribuiscono cibo agli indigenti.

Questa situazione colpisce a livello europeo oltre 43 milioni di persone con “insufficienti risorse alimentari” e 120 milioni a rischio povertà, tanto da far parlare esplicitamente della “peggiore crisi umanitaria dal dopoguerra”. (Fonte: Rapporto sulla crisi economica in Europa, pubblicato il 10 ottobre dalla Federazione internazionale della Croce Rossa).

Questa situazione interessa nella solo città di Milano circa 50.000 persone ed è diventata drammatica anche a Varese, dove le diverse organizzazioni caritative impegnate contro lo spreco di cibo e la povertà denunciano l’esaurimento delle scorte alimentari.

Di fronte a questo scenario preoccupante la Consulta della Famiglia del Comune di Varese invita tutte le associazioni che ne fanno parte, tutte le famiglie e tutte le donne e gli uomini di “buona volontà” a non voltare le spalle, ma ad agire per quanto possibile, da subito, ad una raccolta straordinaria di alimentari non deperibili, così da rispondere da subito a questa emergenza alimentare.

Chi volesse può portare generi alimentari non deperibili al: Associazione Banco di Solidarietà Alimentare “NONSOLOPANE“ – ONLUS – C.F. 95043110121 – Varese – Via Monte Santo, 1 - http://www.bancononsolopane.org/

14 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi