Varese

Varese, all’Ospedale nasce il CCM, casa comune di medici e volontari

camice bianco-2E’ stata deliberata pochi giorni fa la costituzione di un nuovo organismo dell’Azienda ospedaliera di Varese. Si chiama Comitato Consultivo Misto, abbreviato CCM, ma la parola che fa la differenza è l’ultima: ‘misto’ sta infatti ad indicare che questo nuovo organismo è composto non solo da rappresentanti dell’ospedale, ma anche, anzi in maggioranza, da esponenti del mondo del volontariato, nominati dalle associazioni che collaborano con l’Azienda ospedaliera.

Nasce così un nuovo strumento di confronto e collaborazione che permetterà di rendere ancora più intenso e provvido il già fertile rapporto che unisce l’Azienda al territorio, rappresentato da circa 60 associazioni che già collaborano costantemente con l’ospedale, alcune con una vocazione specifica per un settore o un reparto, altre a carattere più generalista e attive su tutte le sedi aziendali.

Il CCM non andrà a sostituire la relazione diretta che intercorre tra l’Azienda e ogni singola associazione, ma offrirà un’occasione ulteriore di incontro, particolarmente snella e quindi efficace, per condividere progetti e azioni comuni nell’interesse dei cittadini che fruiscono delle strutture ospedaliere, dei volontari che già si adoperano in esse e anche dei dipendenti dell’Ospedale.

L’iniziativa che ha portato alla nascita di questo nuovo organismo, con funzioni consultive, ma anche propositive, è partita proprio da alcune associazioni di volontariato e ha trovato l’accordo della Direzione aziendale e di tantissime altre associazioni. Ne è derivato un lavoro di squadra, da cui è scaturito il regolamento che disciplinerà il funzionamento di questo nuovo organismo. Un regolamento volutamente sintetico e agevole, per favorire la massima flessibilità d’azione.

Componenti di diritto del CCM sono, per l’Azienda ospedaliera, il Direttore generale, che lo presiede, i Direttori medici dei due Presidi di Varese e del Verbano e il responsabile dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico e Comunicazione.

A questi si affiancheranno i cinque componenti individuati dalle associazioni che collaborano con l’azienda ospedaliera. In particolare, riunitesi in assemblea plenaria, le associazioni hanno già nominato i rappresentanti che siederanno nel Comitato per il primo turno, di durata triennale. Si tratta di Daniele Bonsembiante, Giovanni Mauro Patelli, Serena Redemagni, Giusi Zarbà e Adele Patrini.

11 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi