Varese

Varese, congresso Cgil, Colombo riconfermato segretario generale

Colombo interviene al congresso pochi minuti prima di essere riconfermato

Colombo interviene al congresso pochi minuti prima di essere riconfermato

Si chiude con la riconferma del vertice il XVI Congresso della Cgil di Varese alle Ville Ponti. Lunga discussione, nella seconda ed ultima giornata dell’assise del sindacato di Susanna Camusso nella città giardino, con la partecipazione di delegati, dirigenti, lavoratori. Molto seguito e apprezzato l’intervento di Giacinto Botti, della segreteria regionale Cgil.

L’assemblea dei delegati ha approvato a larga maggioranza (14 astenuti) un documento unitario che impegna la Cgil di Varese sulle linee politiche dei prossimi quattro anni. Innanzitutto il Congresso, vista la difficile situazione politica in Ucraina, ribadisce il valore della pace e per questo invita la Cgil di Varese a promuovere iniziative a favore della pace e della convivenza civile tra i popoli. Il documento si concentra poi sulla necessità di una riforma del mercato del lavoro che riduca le attuali 46 tipologie contrattuali e restituisca centralità al contratto a tempo indeterminato. Il Piano del Lavoro presentato dalla Cgil costituisce per l’assemblea uno strumento adeguato per la crescita sostenibile e lo sviluppo. Difesa del reddito e riforma fiscale devono passare attraverso una riduzione delle tasse sul lavoro dipendente e sulle pensioni, la tassazione delle rendite finanziarie, l’introduzione di una imposta patrimoniale e lotta all’evasione e all’elusione fiscale. Si riafferma quindi il valore e la funzione universale dei contratti collettivi nazionali, chiedendo anche un rafforzamento della contrattazione di genere nella contrattazione aziendale.

E’ poi giunto il momento della votazione degli organismi dirigenti. Si è levato qualche brusio quando è stato annunciato dal palco che era stato praticato un taglio del numero dei membri del Comitato direttivo: da 96 si era passati a 92 membri. Eletti i 92 membri del direttivo (un solo voto contrario) e designati i 24 delegati al congresso regionale della Cgil, Umberto Colombo, candidato unico a segretario generale della Camera del lavoro provinciale, è stato riconfermato. Così come è arrivata la riconferma per la segreteria composta da Antonio Ciraci, Stefania Filetti, Paolo Lenna, Oriella Riccardi, Roberta Tolomeo e Alberto Villa.

 

8 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi