Varese

Varese, Como carioca strappa la vittoria al Carnevale Bosino 2014

Foto di gruppo per Olgiate Comasco che ha vinto con il carro dal titolo "Mundialau Brasilau"

Foto di gruppo per Olgiate Comasco che ha vinto con il carro dal titolo “Mundialau Brasilau”

Una grande festa, come ogni anno, quella del Carnevale Bosino che si chiude, tra gruppi e carri allegorici, il sabato grasso. Nel pomeriggio di oggi il centro di Varese è stato preso d’assalto da una folla di famiglie, complice anche il meteo favorevole. Tra gli organizzatori, la Famiglia Bosina, si parla di ben 10 mila partecipanti a questo atto conclusivo del Carnevale 2014. Il cuore della manifestazione è stato la lunga sfilata di carri, spesso grandi e sempre multicolori, tanto attesa dai varesini che si sono assiepati in piazza Monte Grappa e nelle vie del centro. E che poi hanno raggiunto, per la premiazione, piazza Repubblica.

Ad aprire la sfilata, alla quale hanno partecipato dieci gruppi e tredici carri, il carro con le Autorità: naturalmente il Re Bosino e Pin Girometta. Il sindaco di Varese, assente, è stato sostituito da ben due assessori, alla Cultura Longhini e ai Rioni e Sport Piazza. A seguire i grandi carri che si sono dati battaglia a suon di idee originali e riferimenti all’attualità. Molti gli applausi rivolti alle ballerine brasiliane, che con il loro samba hanno reso ancora più vivace il pomeriggio.

A conclusione della sfilata, l’evento di piazza Repubblica. Un momento conclusivo che ha visto, come ogni anno, il discorso del Re Bosino, impersonato dal grande poeta bosino Natale Gorini. Ma prima di questo momento, Pin Girometta ha presentato, sul palco, Re Gnocco da Verona, una presenza che ha “benedetto” un gemellaggio tra le due città. Non è mancato un rimprovero da parte di Pin Girometta. “Siete venuti a mani vuote, la prossima volta portetici degli gnocchi”.

E’ stata quindi la volta del discorso del Re Bosino, che prevededibilmente se l’è presa con le buche delle strade della città e con la Caserma Garibaldi e il nuovo teatro. Da parte sua Pin Girometta ha rimarcato come, nonostante l’ordinanza del Comune, in città si sono viste tante bombolette spray.

Infine è arrivata la premiazione. Per quanto riguarda i gruppi, primo è arrivato Sant’Ambrogio di Varese con “Cuore verde di Varese”, poi la scuola S. Agostino di Casciago con Pinocchio e infine il Lazzaretto di Varese con “Fruta bella a ogni paeès, ma i tusann hinn da Vares”.

Sul fronte invece dei carri allegorici, non c’è stata gara: ha vinto, come era prevedibile, il bellissimo carro targato Olgiate Comasco, che ha strappato la vittoria con “Mundialau Brasilau”, un meritato omaggio ai vicini Mondiali di Calcio. A seguire, si è piazzato Saltrio con un carro dedicato al mitico Grease, che è diventato al Carnevale Bosino “Parodia de Grees”. Infine, al terzo posto, Caronno Varesino con “Cattivissimo Me”.

FOTO

8 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi