Varese

Varese, piano opere pubbliche, 3 milioni per parcheggio alla prima Cappella

download (30)Presentato oggi in giunta il piano triennale delle opere pubbliche e quello specifico per il 2014. Nei prossimi giorni, come ai sensi di legge, si procederà alla pubblicazione sull’Albo Pretorio Informatico, per 60 giorni, per le osservazioni dei cittadini, prima dell’approvazione in sede di bilancio. “Priorità alle scuole e alla sicurezza degli istituti e alla sistemazione delle strade” ha detto il vicesindaco Carlo Baroni.

Si va infatti dalle opere stradali a quelle di polizia idraulica, dall’edilizia scolastica con le manutenzioni straordinarie all’edilizia abitativa e sportiva. Per il 2014 ci sono 17 milioni già a disposizione, impegnati nel 2013, e 24 milioni che richiedono copertura.

Per l’asfaltatura delle strade, già a primavera, saranno utilizzati 400 mila euro, 5 milioni per il fiume Olona (400 mila già impegnati nel 2013), 2 milioni e 900 mila per il parcheggio al Sacro Monte (Regione, Provincia, Comune e Parco Campo dei Fiori), 300 mila euro per le opere di riqualificazione del parco di Villa Mylius.

Sul fronte scuole, asili nido e primarie, e secondarie di primo grado, sono previsti interventi per 3 milioni 600mila euro, dall’eliminazione di barriere architettoniche a sistemazioni di impianti termici a manutenzioni straordinarie (2.132.000 euro le opere già finanziate nel 2013).

5 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Varese, piano opere pubbliche, 3 milioni per parcheggio alla prima Cappella

  1. Raffaele Nurra il 5 marzo 2014, ore 00:31

    Il libro dei sogni

  2. ezio.aletti@aletti.it il 6 marzo 2014, ore 11:55

    3.000.000 di euro per 90 posti macchine più che da libro dei sogni, mi sembra sembra uscito dal libro degli incubi..

  3. Rocco Cordì il 6 marzo 2014, ore 21:03

    Purtroppo è una follia i cui costi si scaricheranno, come sempre, sui cittadini. Ecco cosa scrivevo nel maggio 2013 sul giornalino comunale: “L’idea malsana che le automobili devono poter arrivare ovunque comporta, inevitabilmente, l’adozione di scelte non conciliabili con uno sviluppo virtuoso di una città vivibile. Purtroppo è su questa linea che continua a muoversi la maggioranza guidata dal Sindaco Fontana, insensibile e sorda alle valutazioni critiche provenienti da più parti. Una linea che qualcuno ha ironicamente ed efficacemente già riassunto nella formula “la follia di trasformare i parchi in parcheggi”. Ovviamente si tratta solo di un aspetto della grande questione della mobilità cittadini, ma è significativo di una (in)cultura di governo che produce conseguenze nefaste anche sul piano finanziario. Prendiamo ad esempio il caso del parcheggio della Prima Cappella. Si va avanti comunque anche se la Sovrintendenza per i beni culturali e paesaggistici ha fatto notare che sull’area individuata per la realizzazione di 100/110 parcheggi ci sono delle piante di pregio che vanno assolutamente salvaguardate. Peccato che nessuno ci aveva fatto caso. Ancor prima si era scoperto che la conformazione del terreno comporterà non pochi problemi sia in fase di realizzazione che, di conseguenza, sui costi finali dell’opera. Le ultime notizie confermano, purtroppo, la gravità della vicenda: il progetto deve essere rifatto, il numero dei posti auto si riduce a 90, i costi sono lievitati. Si può prevedere che la collettività, alla fine del percorso, avrà pagato 30.000 per posto auto. Una assurdità! E gli alberi? Nessun problema. Per la Giunta basta rimuoverli e spostarli più in là! Sarebbe utile fermarsi, finché si è in tempo. Ma l’impressione è (come già per Villa Augusta e Villa Milyus) che la “follia” di cui parlavamo all’inizio va ben aldilà di una battuta ironica.”
    Rocco Cordì, Consigliere Comunale Sinistra Ecologia Libertà, Varese, 16 maggio 2013

Rispondi