Varese

Varese, ex Caserma, Cordì (Sel): troppi interrogativi, ci vuole una Commissione

La Caserma Garibaldi a Varese (un dettaglio della facciata su via Spinelli)

La Caserma Garibaldi a Varese (un dettaglio della facciata su via Spinelli)

Nella mattinata il consigliere Sel Rocco Cordì ha depositato a Palazzo Estense la richiesta di istituire una commissione d’inchiesta sulla vicenda dell’ex caserma Garibaldi. “La necessità di fare chiarezza – spiega Cordì – su una vicenda che si trascina da ormai un ventennio e che presenta parecchi lati oscuri, non è più rinviabile”. Alla richiesta ha già aderito il capogruppo Pd, Fabrizio Mirabelli.

“La vicenda ex Caserma Garibaldi ha ormai assunto contorni a dir poco preoccupanti; innumerevoli dichiarazioni e commenti, anche in aperto contrasto tra loro, oltre a non offrire soluzioni convincenti al “caso” non aiutano a comprendere le cause e le responsabilità dell’attuale situazione; discussioni e decisioni sul futuro della ex Caserma, nonché sullo stato dell’immobile, sono oggetto di molteplici atti della Giunta e del Consiglio che coprono ormai l’arco di un ventennio; dalle prime ricostruzioni della lunga vicenda emergerebbero responsabilità amministrative e politiche di non poco conto”, si legge nel documento presentato da Cordì.

Per il consigliere di Sel è necessario accertare gli impegni assunti dal Sindaco Raimodo Fassa nel lontano 1994. Altre domande vengono poste da Cordì circa la gestione Fassa e quella del successore Aldo Fumagalli. Si domanda ragione anche della “congruità del conseguente esborso di ben 3,5 milioni euro a favore dell’Università a titolo di risarcimento”.

Cordì pone interrogativi anche sulle ragioni dell’acquisto della Caserma da parte del Sindaco Attilio Fontana (con un esborso di altri 2,5 milioni di euro), oltre a domandare quali siano state le misure e i provvedimenti adottati nel tempo, dai diversi soggetti interessati, per garantire la manutenzione e la sicurezza dell’ex Caserma. Ulteriore domanda viene posta da Cordì circa il contenzioso insorto a suo tempo con il costruttore del parcheggio multipiano di Piazza Repubblica.

Per rispondere a questi interrogativi, il consigliere comunale propone di istituire una Commissione temporanea con il compito di acquisire tutti gli atti i dati e le informazioni disponibili presso gli Uffici del Comune e ogni altro enti coinvolto nella vicenda. La medesima Commissione, conclusa la propria attività, riferirà al Consiglio le proprie conclusioni.

4 marzo 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “Varese, ex Caserma, Cordì (Sel): troppi interrogativi, ci vuole una Commissione

  1. Rocco Cordì il 5 marzo 2014, ore 08:29

    informo che a sostegno della richiesta sono già pervenute le adesioni di PD, Mov5Stelle, lista civica “Varese&Luisa”.

  2. Varese: ex-caserma Garibaldi, SEL richiede istituzione Commissione d’inchiesta | Sinistra Ecologia Libertà – Federazione di Varese il 5 marzo 2014, ore 19:53
  3. rodrigo il 8 marzo 2014, ore 16:51

    Legittima richiesta.

Rispondi