Saronno

Saronno, Celtic Harp Orchestra alla mostra “I Colori dell’Io”

Una suggestiva immagine     del maestro Constable

Una suggestiva immagine del maestro Constable

Prima di aprire la stagione concertistica 2014 ricca di sorprese, i musicisti della Celtic Harp Orchestra si adopereranno ancora una volta per sostenere una prestigiosa iniziativa culturale: la mostra d’arte intitolata “I Colori dell’Io”.  La mostra giunta alla sua settima edizione e organizzata dal Gruppo Artisti della Pro Loco di Saronno con il Patrocinio della Città di Saronno, sarà inaugurata sabato 1 marzo 2014 alle ore 16 presso la Sala Nevera della Casa Morandi situata in Viale Santuario 2 a Saronno dove rimarrà allestita fino al 9 marzo 2014.

Numerosi i nomi degli espositori: Bubani Maria Luigia, Capostagno Rosa, Ceriani Francesco, Dante Galiano, Esposito Angela, Facchini Vanda, Horak Edgardo, Mairano Eligio, Montesan Benito, Monti Ernesto, Pisanisi Eva Liliana, Vanzulli Giovanni e Visconti Elisabetta. La mostra vedrà anche la partecipazione degli studenti dell’Istituto Classico S.M. Legnani, dell’Istituto Scientifico G.B. Grassi e dell’Istituto Tecnico G. Riva.

Ad arricchire il pomeriggio di inaugurazione dell’esposizione anche la presenza di alcuni dei musicisti dell’orchestra di arpe più conosciuta e apprezzata al mondo . Una formazione ridotta e studiata appositamente per il contesto esclusivo sarà guidata da Sabrina Noseda seconda arpa della Celtic Harp Orchestra e dalla prof. Maria Assunta Romeo solista della Celtic Harp Orchestra e docente dell’ITIS G. Riva e aiuteranno il pubblico a comprendere meglio i colori di ciascuno di noi attraverso un midley cromatico dei brani più noti composti da Fabius Constable e delle anticipazioni del nuovo cd ormai prossimo alla sua uscita “Three Letters from the Sun”.

Questo è solo uno dei tanti pregevoli progetti di mecenatismo artistico e culturale che Fabius Constable, arpista di fama internazionale , fondatore e direttore della Celtic Harp Orchestra ,con il sostegno della Celtic Harp Orchestra nella veste ufficiale dell’Associazione Culturale The White Stag e Arpisti senza Frontiere, svolge nelle scuole, negli ospedali e nelle carceri al fine di non essere solo una realtà musicale conosciuta nel mondo , ma anche una presenza nella vita sociale internazionale.

Il recente progetto India 2013 rivolto ai bambini dell’orfanotrofio di Chennai – India – ha ricevuto il riconoscimento con la medaglia di rappresentanza del Presidente della Repubblica.

Ingresso Libero.

21 febbraio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi