Varese

Varese, al via il sesto Premio Morselli. Con piccolo mistero sui giurati

Lo scrittore Guido Morselli

Lo scrittore Guido Morselli

Lanciata la sesta edizione del Premio Morselli a Villa Recalcati. Una manifestazione culturale che comprende il Premio Romanzo Inedito e una serie di incontri dedicati allo scrittore Guido Morselli e alla sua opera, eventi organizzati dal Comitato Guido Morselli-Il genio segreto, presieduto da Silvio Raffo, con la collaborazione e il contributo della Provincia di Varese e con il patrocinio di numerose realtà.

“Grazie a manifestazioni come questa – ha spiegato il commissario straordinario della Provincia Dario Galli -, il nostro territorio sta diventando un punto di riferimento anche in campo culturale. Qui molti personaggi e autori hanno trovato un luogo ideale per creare le loro opere”. Ma Galli non si è fermato solo al cartellone di quest’anno, ma ha rivolto lo sguardo al futuro: “Per il futuro occorrerà pensare a qualcosa di speciale in occasione dell’Expo, un motivo in più per attirare i partecipanti alla rassegna in programma a Milano”.

Importante ritorno, nell’edizione 2014 del Premio Morselli, di Valentina Fortichiari, una delle massime studiose dello scrittore bolognese-varesino, curatrice della lussuosa edizione Adelphi delle opere. Tuttavia la studiosa si trova al centro di un piccolo mistero relativo alla giuria: infatti nel materiale diffuso questa mattina in occasione della conferenza stampa di presentazione del Premio, la Fortichiari appariva, in alcuni depliant, come vice-presidente della giuria, in altri depliant il suo nome scompariva del tutto. Una’assenza che si nota anche nel regolamento pubblicato sul sito della Provincia di Varese (http://www.provincia.va.it/ProxyVFS.axd/null/r45819/A4Concorso2014_LR.pdf?ext=.pdf).

Il Premio Romanzo Inedito consisterà, ancora una volta, nella pubblicazione dell’opera da parte della Nuova Editrice Magenta, rappresentata dall’editore Dino Azzalin, che ha annunciato, a breve, l’uscita del romanzo vincitore dell’anno scorso, “Nella sua quiete” di Benedicta Froelich, dedicato agli ultimi anni di vita di Lawrence d’Arabia.

Il Premio partirà domenica 2 febbraio, alle ore 16, presso Villa Recalcati, con l’incontro dedicato al tema “A cento anni dalla prima guerra mondiale: Contro-passato prossimo e le ipotesi retrospettive”. Quattro gli incontri in programma, ultimo dei quali, la premiazione finale, in programma presso la Casina Rosa di Gavirate domenica 25 maggio a partire dalle ore 16.30. La Casina Rosa che, secondo quanto anticipato oggi alla presentazione della nuova edizione del Premio, potrebbe diventare in futuro un museo riconosciuto dalla Regione.

 

30 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi