Varese

Varese, Sel provinciale con le donne spagnole contro il governo Rajoy

481192_132857760208220_199761162_nSel provinciale Varese e la sua rete donne, esprimono la loro solidarietà alle donne spagnole che il primo febbraio manifesteranno a Madrid contro la proposta di legge del governo Rajoy, volta alla limitazione dell’aborto ai soli casi di grave pregiudizio per la salute o a quelli di violenza sessuale.

Sosteniamo “El tren de La Libertad”, la delegazione che consegnerà il messaggio “Porque yo decido”, al Capo del Governo, al presidente del Parlamento, alla ministra Ana Mato, e al ministro Alberto Ruz Gallardon, promotore della legge. Obiettivo? Il ritiro della proposta.

La mobilitazione si sta estendendo ad altri Paesi europei poichè è in corso un attacco continuo e diretto alla libertà e all’autodeterminazione delle donne, non solo in Spagna ma anche in altri Paesi, compreso il nostro.

Con il contributo anche di alcuni parlamentari italiani del Pd (che si sono astenuti), poche settimane fa è stata bocciata, dal Parlamento Europeo, la “risoluzione Estrela”, risoluzione a sostegno dei diritti delle donne che invitava i Paesi membri a garantire ad ogni persona di vivere liberamente la propria sessualità e l’interruzione di gravidanza, senza gli impedimenti derivanti dall’obiezione di coscienza e senza rischi per la vita e la salute delle donne.

Ci chiediamo che Europa potrà mai essere un’Europa che nega alle donne la possibilità di scegliere se portare a termine una gravidanza o interromperla?

Nel nostro Paese, e lo sappiamo da tempo, l’applicazione della legge 194 è ostacolata dal costante aumento al ricorso all’obiezione di coscienza. La Lombardia non è esente, anzi. La nostra provincia altrettanto. Ospedali, come quello di Gallarate, hanno il 100% di ginecologi obiettori di coscienza.

Crediamo che si debba porre fine definitivamente ai tentativi di negazione di diritti e libertà fondamentali come l’aborto. Le donne devono poter scegliere e uno stato democratico deve rispettare e garantire questa scelta. Condizionamenti dal mondo cattolico non sono più accettabili.

Sel Provinciale Varese

Gruppo Diritti e Pari Opportunità

provinciale.selvarese@gmail.com

29 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi