Varese

Varese, grande successo per “Almas” di Teatro Blu al Santuccio

La brava Silvia Priori

La brava Silvia Priori

Si è chiusa con un lungo applauso la rappresentazione, presso il Teatro Santuccio di Varese, dello spettacolo “Almas” realizzato da Teatro Blu di Silvia Priori. Un evento di teatro concerto costruito in collaborazione con il grande Cesar Brie, basato sul racconto della vita di uno schiavo diventato uomo libero e sostenuto da una magnifica colonna sonora fatta di musica popolare brasiliana (del gruppo di musicisti segnaliamo la superlativa performance vocale di Francesca Galante).

Uno spettacolo che ha visto affollato l’anfiteatro comunale, con un pubblico attento alla vicenda che riguardava un giovane schiavo e i suoi rapporti con i “bianchi”. Sul palco, a dipanare la vicenda, Silvia Priori e Roberto Carlo Gerbolès, che hanno dato vita ad un tessuto fatto di parole e note, per raccontare i difficili rapporti tra schiavi e liberi, rapporti di potere che, tuttavia, possono aprire all’improvviso spiragli di amicizia e solidarietà.

Un bello spettacolo, degna conclusione della trilogia che Teatro Blu continua a proporre sui temi del pregiudizio e dell’intolleranza, cammino iniziato con Tango di periferia e proseguito con l’ottimo Shabbes Goy. Uno spettacolo, tuttavia, “Almas”, che non consegna la storia alla disperazione, ma che fa intravvedere una sia pur sottile possibilità di redenzione e di salvezza. Una vera metafora tutto il tema dei “quilombos”, luoghi nascosti nella giungla dove gli schiavi fuggiti si rifugiavano, uno spazio di utopia e autoproduzione capace di anticipare un mondo liberato, come ci dice Teatro Blu. Dunque concetti di peso, che lo spettacolo ha saputo ben esprimere con uno spettacolo drammatico e suggestivo.

In platea erano presenti la consigliera regionale Francesca Brianza e il direttore dell’Agenzia del Turismo di Varese Paola Della Chiesa.

 

26 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi