Economia

Whirlpool chiude stabilimento in Svezia e rafforza Cassinetta di Biandronno

whirlpoolWhirlpool ha annunciato oggi l’intenzione di chiudere la propria fabbrica di Norrkoeping, in Svezia, allo scopo di rilanciare la competitività dei suoi prodotti da incasso nell’area EMEA. Con questa mossa Whirlpool continua l’adeguamento strutturale del proprio assetto produttivo al fine di migliorarne la competitività e garantirne la sostenibilità nel tempo. L’intenzione di chiudere il sito Whirlpool di Norrkoeping è stata comunicata oggi ai rappresentanti sindacali dello stabilimento svedese.

Interessante il fatto che il consolidamento della produzione di microonde ad incasso in un unico hub europeo dell’incasso, situato a Cassinetta di Biandronno in provincia di Varese, e per una piccola parte anche negli Stati Uniti per alcune piattaforme dedicate. Si prevede il consolidamento delle attività di ricerca e sviluppo presso il centro d’eccellenza di Cassinetta di Biandronno, oltre alla chiusura dello stabilimento di Norrkoeping, inclusi i centri tecnologici e logistici.

«L’assetto produttivo attuale dell’incasso non è più competitivo. Questo piano ci aiuterà a migliorare la nostra posizione sui costi, e creerà consistenti economie di scala» afferma Davide Castiglioni, vice president Industrial Operations,Whirlpool EMEA.

Nelle prossime settimane Whirlpool incontrerà i rappresentanti sindacali dei lavoratori per l’apertura di un tavolo negoziale riguardo alle intenzioni di chiusura. Sarà fatto ogni sforzo per gestire il processo nel modo migliore, nel rispetto di tutti gli interessati e cercando di alleviare il più possibile l’impatto sulle persone, com’è nella tradizione e nei valori dell’azienda.

 

22 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi