Cassano Valcuvia

Cassano Valcuvia, riparte la stagione a cura di Teatro Periferico

Con lo spettacolo di Teatro Blu parte la stagione a Cassano Valcuvia

Con lo spettacolo di Teatro Blu parte la stagione a Cassano Valcuvia

L’attesa stagione del Teatro Comunale di Cassano Valcuvia è giunta alla sua quinta edizione. L’anno scorso si era “tra sogno e realtà”, e oggi ci si ritrova davanti a un nuovo cartellone fitto di spettacoli: la grande varietà rappresentata dai lavori selezionati è una dimostrazione di quante siano le “forme del teatro”, non volendo con ciò esaurirne il ventaglio, ma offrendo uno spaccato abbastanza ampio, dalla narrazione al teatro di figura, dal nuovo cabaret al teatro canzone, senza dimenticare le proposte per i più piccoli e sempre in equilibrio fra tradizione e innovazione.

In questi ultimi cinque anni il Teatro di Cassano è diventato un vero e proprio punto di riferimento culturale per tutta la Valcuvia, grazie al lavoro profuso dall’associazione Teatro Periferico, cui il Comune ha affidato la direzione artistica, e grazie al sostegno del gruppo Amici del Teatro e alla partecipazione di molti cittadini. Il nostro ringraziamento va soprattutto a questi ultimi, gli spettatori, che l’anno scorso hanno fatto registrare quasi mille presenze e diversi “tutto esaurito”, un segnale che ci incoraggia ad andare avanti sulla strada intrapresa.

Ecco il cartellone:

25 gennaio ore 21:00

Shabbes Goy Teatro della memoria in collaborazione con Moni Ovadia

Con: Silvia Priori, Roberto Carlos Gerbolès

Regia: Silvia Priori, Roberto Carlos Gerbolès

Produzione: TEATRO BLU Centro di Sperimentazione Teatrale

Uno spettacolo di narrazione contro il pregiudizio e le paure, “…perché non importa quale sia la tua religione… non importa quale sia il tuo Dio… È solo l’amore l’unica forza capace di creare una breccia e di andare oltre il muro che ci separa…”

1 febbraio ore 21:00

Eva. Diario di una costola Nuovo cabaret

Di: Rita Pelusio, Alessandra Faiella, Marianna Stefanucci, Riccardo Piferi

Con: Rita Pelusio

Regia: Marco Rampoldi

Produzione: PIAZZATO BIANCO

Rita Pelusio è stata insignita del Premio Massimo Troisi come Miglior attrice comica Dopo il successo di Pianto tutto, Rita Pelusio torna a Cassano con un nuovissimo spettacolo per dare vita a Eva, una figura curiosa e ribelle, una donna sola nel “vuoto” paradiso. Gioca a scoprire, si perde e si ritrova. Scrive, annota e inventa. Eva è ingenua, beffarda, è clown.

8 febbraio ore 21:00

Stran’arte Teatro degli incontri

Di e con: Gigi Gherzi

Gigi Gherzi è vincitore dei premi Eti Scenario ed Eti Stregagatto

Le periferie, Testori, Pasolini e la caduta del sacro ai tempi di Facebook. In un monologo che attinge alla memoria più intima e familiare della sua infanzia degli anni ’60, Gherzi si interroga sul senso del mondo contemporaneo, rievocando il padre, impiegato di banca e critico d’arte dilettante affascinato da Giovanni

Testori, drammaturgo lombardo e scrittore d’arte.

15 febbraio ore 21:00

Un caso cromosomico Teatro della tradizione e del tradimento

Con la collaborazione artistica di Gyula Molnàr

Di e con: Irene Vecchia

Spettacolo vincitore del Primo Premio progetto Cantiere (Incanti – Rassegna Internazionale di Teatro di Figura) nell’ambito dell’iniziativa “Grimmland. Märchenhaft. Da favola!” del Goethe-Institut Rappresentato in scena da un’attrice sola con piccole statue come pastori e burattini, lo spettacolo è una riscrittura liberamente tratta da “Certe favole si capiscono troppo tardi” di Marcello Fois, che a sua volta ha rivisitato una fiaba dei fratelli Grimm: “Il vecchio e il nipotino”.

21 febbraio ore 21.00

DISCORSI SUL TEATRO

Lezioni di approfondimento sulla storia dello spettacolo dal vivo del XX secolo, a cura di Paola Manfredi, con dimostrazioni degli attori di Teatro Periferico.

22 febbraio ore 21:00

I Am leto Clown/Cabaret

Di e con: Andrea Bochicchio

Regia: Rita Pelusio

Produzione: COOPERATIVA ITALIANA ARTISTI

Vincitore del premio come spettacolo più innovativo del concorso Carichi in Strada (Festival di Teatro Urbano di Padova 2013) Un’esilarante riflessione sulle dinamiche del potere. L’universo dei trentenni contemporanei diventa il pretesto per raccontare una generazione disorientata, incerta, disinteressata alla politica e abituata ad amori liquidi. Incapace di scegliere, proprio come Amleto, il principe degli indecisi.

28 febbraio ore 21.00

DISCORSI SUL TEATRO

Lezioni di approfondimento sulla storia dello spettacolo dal vivo del XX secolo, a cura di Paola Manfredi, con dimostrazioni degli attori di Teatro Periferico.

8 marzo ore 21:00

Don Chisciotte Teatro canzone

Un progetto di Michela Marelli

Con: Maria Pilar Pérez Aspa, Nicoletta Tiberini (canto), Massimo Betti (chitarra)

Produzione: TEATRO IN-FOLIO

Maria Pilar Pérez Aspa ha vinto il Premio nazionale Virginia Reiter come migliore attrice teatrale

Tratto da Don Chisciotte della Mancia di Miguel De Cervantes Saavedra, lo spettacolo parla di sogni e di libertà, attraverso un intelligente mix di testi e canzoni che vanno da Francesco Guccini a John Lennon a Mercedes Sosa…

15 marzo ore 21:00

Nessuno. Ulisse delle città Teatro del surreale (le parole danzate)

Di: Marcello Chiarenza

Con: Giovanni Battista Storti e Carlo Rossi

Regia: Carlo Rossi

Produzione: TEATRO ALKAEST

Due attori di lunga e provata esperienza (uno ha lavorato con Kantor e Bob Wilson, l’altro ha fondato la Filarmonica Clown ed è stato conduttore dell’Albero Azzurro per ben sette anni) si smarriscono e si ritrovano, come Ulisse, in questo lavoro finissimo e poetico dai toni surreali.

23 marzo ore 17:00

La formichINA. Storia di guerra e di pace

Micro-teatro

Di e con: Giada Balestrini e Lello Cassinotti

Produzione: delleAli

“Videoracconto ispirato a ‘Ina. La formica dell’alfabeto’ di Terzaghi e Zürcher. Piccoli oggetti attraverso il video interagiscono con i due attori per un racconto dove la leggerezza vive sovrana e dove anche i piccoli spettatori possono perfettamente identificarsi.” Mario Bianchi – Eolo

28 marzo ore 21.00

DISCORSI SUL TEATRO

Lezioni di approfondimento sulla storia dello spettacolo dal vivo del XX secolo, a cura di Paola Manfredi, con dimostrazioni degli attori di Teatro Periferico.

29 marzo ore 21:00

Lasciateci perdere Teatro dinamico

Di: Bruno Stori

Con: Davide Visconti, Filippo Ughi e Rossella Rapisarda

Regia: Bruno Stori e Fabrizio Visconti

Produzione: ECCENTRICI DADARO’

Spettacolo vincitore del premio Eolo-Awards

Tre genitori alla ricerca dei figli scappati da casa. Cercando una scorciatoia per raggiungerli, si perdono nel bosco, di notte, come nelle fiabe o nei racconti horror, ma da questo smarrimento riescono a ritrovarsi, riconoscendosi non tanto diversi da quei figli così lontani e difficili da capire.

6 aprile ore 17:00

Alice nel Paese delle Meraviglie

Scuola di teatro

Scuola di teatro di Cassano Valcuvia

Regia: Paola Manfredi e Dario Villa

Sin dalla prima stagione teatrale, la Scuola di teatro di Cassano ha prodotto spettacoli con piccoli attori, da Pinocchio a Frankenstein ai Grimm. Quest’anno si ripete l’esperimento di far recitare insieme allievi giovanissimi e adulti, che si confronteranno con un altro grande classico per ragazzi.

12 aprile ore 21:00

In-equilibrio Teatro a scuola

Di: Tommaso Urselli

Con: gli allievi del gruppo “Le Carte Bollate” dell’Istituto Primo Levi di Bollate

Regia: Paola Manfredi e Giorgio Branca

Produzione TEATRO PERIFERICO

L’esito spettacolare di uno dei laboratori di teatro scolastico fra i più longevi e premiati in Italia (Rimini, Sanremo, Castelnovo ne’ Mondi…), alle prese con un testo brillante e poetico, scritto dall’autore de Il Tiglio, premio Fersen 2013.

26 aprile e 27 aprile ore 21:00

A Cittiglio, presso l’ala a pian terreno del vecchio portico dell’ospedale

Mombello. Voci da dentro il manicomio Teatro dei luoghi

Regia: Paola Manfredi

Aiuto regia: Giada Balestrini

Testo: Loredana Troschel

Scene: Salvatore Manzella

Light Design: Andrea Violato

Sound Design: Luca De Marinis

Con: Giorgio Branca, Elisa Canfora, Antonello Cassinotti, Alessandro Luraghi, Laura Montanari, Raffaella

Natali, Loredana Troschel, Lilli Valcepina, Dario Villa

Produzione: TEATRO PERIFERICO (in collaborazione con delleAli)

Mombello era uno dei manicomi più grandi d’Europa, alle porte di Milano, un paese nel paese, dove c’era tutto: i campi da calcio, la chiesa, la tipografia, la lavanderia, la sala del cinema… 130 anni di storia, dal 1865 al 1995. Silenzio, urla e poi silenzio. Con intento documentaristico abbiamo sezionato, scelto e poi rimontato parole e pensieri, per restituire la realtà di un luogo di sofferenza, certo, ma anche, insperatamente, di bellezza e di amore.  Lo spettacolo, nato dopo una gestazione di due anni all’interno dell’ex-manicomio di Mombello-Limbiate, è stato pensato per essere rappresentato in luoghi non teatrali, ecco perché la rappresentazione avverrà all’ospedale di Cittiglio. A Cassano, presso il Centro Documentale Frontiera Nord “Linea Cadorna”, saranno allestite una mostra di fotografie di Elisa Canfora e un’installazione di Salvatore Manzella sull’ex-O.P. Antonini. Spettacolo non adatto ai minori. Posti limitati, si consiglia la prenotazione (in caso di grande richiesta, verrà allestita una replica supplementare)

Gruppi in residenza

Domenica 9 febbraio ore 17.00

Al di là del muro… Sulle strade della Terra Santa

A cura di: Agesci Luino I clan Il Veliero II

Gli scout di Luino, reduci da un’esperienza in Israele e Palestina l’estate scorsa, hanno realizzato in forma di spettacolo teatrale un resoconto del loro viaggio. Gli spettatori sono separati da un muro, a rappresentare quello che taglia in due Gerusalemme, ma anche il muro che divide i cuori e le coscienze di chi vive quotidianamente in quelle zone dolorosamente contese.

Domenica 23 febbraio e domenica 30 marzo ore 21:00

Akhanda Mandala. Due appuntamenti per scoprire il teatro e la musica indiani

A cura dell’Associazione Albero Baniano

Informazioni alberobaniano@gmail.com – 377 43 888 14

21 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi