Varese

Varese, Africa&Sport ospita il top runner keniano Lokomwa

Il top runner keniano

Il top runner keniano

Dopo il Trail delle Terre di Mezzo dello scorso novembre, si rinnova l’ospitalità dell’associazione varesina AFRICA&SPORT verso gli atleti keniani. Da venerdì scorso infatti, Thomas James Lokomwa, top runner 27enne (con un primato personale sulla mezza maratona di 1h02m) del team Run2gether è ospite ad Azzate.

Ieri ha corso e vinto la gara internazionale Montefortiana Turà: una manifestazione nel cui albo d’oro ci sono nomi importanti come Bordin, Panetta, Baldini… “Al 5° dei 7 giri in programma ho accelerato e nessuno mi è venuto dietro. Sono molto contento. Arrivare in Italia e vincere subito è molto bello!”, queste le parole a caldo di Thomas. Domenica speriamo tutti di vederlo correre “alle porte di casa” a San Vittore Olona, la 5 Mulini.

Al di là dell’aspetto prettamente sportivo, quello che preme sottolineare è la bella occasione di incontro e di scambio con chi vive e viene da realtà tanto diverse. In questi giorni Thomas avrà modo di incontrare ragazzi delle scuole, appassionati runners, si allenerà con piccoli e grandi campioni nostrani, .. “sono tutti momenti nei quali crediamo si possano instaurare rapporti e percorsi di conoscenza diretta che arricchiscono tutti” così Martino Ghielmi volontario di AFRICA&SPORT.

L’ospitalità che Varese da a questo ragazzo è segno di un territorio aperto verso il mondo, che vuole conoscere . . e perché no, vuole imparare da chi è più bravo. 

AFRICA&SPORT – www.africasport.it – Fb: Africa&Sport

Impegno per l’Africa e passione per lo Sport. Da questo binomio nasce la onlus varesina, impegnata attraverso lo sport a sensibilizzare, coinvolgere e sostenere concretamente progetti di inclusione sociale in Africa (Etiopia, Kenya, Tanzania ed Uganda).

La corsa in particolare è al centro delle attività di AFRICA&SPORT. Il fatto che nella corsa l’Africa esprima delle eccellenze a livello mondiale ed insegna a noi … questo ci piace molto, fa riflettere, e fa guardare da altra angolatura il rapporto nord-sud, vorremmo dire sud-nord.

RUN2GETHER – www.run2gether.com

E’ un’associazione non profit austriaca che promuove l’atletica in Kenya come occasione di sviluppo comunitario, gestendo una squadra di maratoneti con criteri equi e solidali ed organizzando percorsi di turismo responsabile basati sulla corsa in Austria ed in Kenya.

Gli atleti non hanno la figura classica del manager, si impegnano a devolvere parte degli ingaggi e dei premi vinti alla comunità (in particolare per sostenere la scuola del villaggio) dove hanno il campo di allenamento (Kiambogo).

20 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese, Africa&Sport ospita il top runner keniano Lokomwa

  1. Bebash Chandra Kar il 26 gennaio 2014, ore 08:36

    Buongiorno,

    Mi permetto di presentarmi sono Bebash, originario del Bangladesh e vivo a Milano, ormai sono italiano. L’Associazione “Fiori del Bangladesh” nasce 2012 con due scopi; il primo favorire la scolarizzazione di 20 bambine in una scuola femminile in Bangladesh attraverso il progetto “Prima Speranza “ , il secondo di fondare una squadra di Cricket di serie C ed aprire una scuola per insegnare il Cricket ai giovani italiani insieme alle seconde generazioni di immigrati favorendone l’integrazione. Il Cricket è il secondo sport mondiale, e la nazionale di cricket Italiana è la più forte nell’unione europa . Lo scorso anno la nazionale ha perso l’ultima partita dei playoff, altrimenti avrebbe potuto partecipare ai mondiali di Cricket in Bangladesh 2014. L’Italia è un paese perfetto per questo sport suprattutto grazie al clima. Dato che le seconde generazioni di asiatici stanno aumentando di anno in anno, diventerà sempre più necessario dar spazio a questo sport, proprio perché queste seconde generazioni saranno poi i nuovi italiani . Il nostro progetto ha come obiettivo di diffondere il Cricket in Italia. Ci siamo mossi su svariati fronti di collaborazione e oggi collaboriamo con una chiesa che si trova nella nostra zona di residenza . La Chiesa ci offre uno spazio per allenarci e noi insegniamo Cricket ai ragazzi dell’ oratorio. Questo per noi è già un gran successo , dal momento che di norma quasi tutti gli oratori sono prettamente concentrati sul Calcio . Questo nostro progetto è semplice e moderno , si tratta di un’iniziativa completamente nuova. La nostra squadra è composta da ragazzi anglo-italiani , italiani e di origini indiane, pakistane, cingalesi e bengalesi . Io sono molto fiducioso del nostro progetto e per il futuro di Cricket in Italia. Stiamo cercando i giocatori che vogliono imparare il cricket.

    La ringrazio per il tempo e l’attenzione dedicatami, mi è gradita l’occasione per salutarla .

Rispondi