Saronno

Saronno, Lega contro il ministro Kyenge al Teatro Giuditta Pasta

Il segretario provinciale della Lega Matteo Bianchi

Il segretario provinciale della Lega Matteo Bianchi

Lega Nord a Saronno per contestare la ministra Kyenge. Il Carroccio ha infatti organizzato una manifestazione lunedì mattina (20 gennaio), alle 10.30, di fronte al Teatro Giuditta Pasta di Saronno, dove è in programma un incontro del ministro con delegazioni di amministratori e studenti.

“Ad accoglierla ci saranno anche i militanti leghisti per una contestazione silenziosa, ma che sottolinea la nostra contrarietà all’immigrazione di massa e alla cancellazione del reato di clandestinità – commenta il segretario provinciale Matteo Bianchi -. In materia di immigrazione e integrazione il ministro non sta portando alcuna innovazione positiva. La nostra opposizione riguarda unicamente l’agenda politica del ministro che pone come priorità lo ius soli, sul quale noi siamo contrari. La cittadinanza si conquista nel tempo dimostrando di avere requisiti ben precisi. Di certo non si regala come vorrebbe lei”.
E una delle condizioni prioritarie per l’ingresso sul territorio nazionale dovrebbe stabilire il permesso “solo dopo avere dimostrato di possedere un lavoro e di potersi mantenere”, continua Bianchi. ”Invece – prosegue il segretario Bianchi -, siamo ormai alla fase delle porte spalancate senza nessun controllo, senza nessuna regola di autentica integrazione che obblighi a rispettare le nostre regole e le nostre leggi. Introdurre lo ius soli significa solo invitare migliaia di donne incinte e incentivare le clandestine già presenti a partorire figli con il solo scopo di ottenere la cittadinanza”.
Infine:”La Lega vuole anche ricordare al ministro e ai cittadini che l’immigrazione incontrollata comporta una spesa sociale e sanitaria sempre meno sostenibile. Gli italiani non possono continuare a pagare per scellerate scelte politiche che devono essere affrontate in modo completamente diverso”.

17 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi