Varese

Varese, presidio Lega ai Miogni: no svuotacarceri e abolizione reato clandestinità

Il carcere Miogni a Varese

Il carcere Miogni a Varese

In virtù della possibile abrogazione del reato di immigrazione clandestina e di fronte al provvedimento “svuota carceri”, la Lega Nord organizza un presidio di protesta per sabato 18 gennaio, ore 10.30, in via Felicita Morandi, a Varese, di fronte alla Casa Circondariale. Una protesta che avverrà in contemporanea in altri luoghi della Lombardia in coordinamento con la segreteria federale.

“Lo svuotacarceri è un provvedimento assurdo e pericoloso – commenta il segretario provinciale di Varese Matteo Bianchi-. Queste persone che usciranno difficilmente troveranno un lavoro e con un’alta percentuale torneranno a delinquere causando ulteriore insicurezza ai cittadini”. La protesta davanti al carcere, che sarà pacifica e non darà alcun tipo di fastidio, vuole rimarcare la necessità che i colpevoli scontino tutta la pena senza pericoli per la comunità.

Bocciatura totale anche per l’abolizione del reato di immigrazione clandestina:” E’ un reato che esiste in tutti i che paesi d’Europa e nessuno lo mette in discussione. Anzi, noi della Lega chiediamo di contingentare gli ingressi degli stranieri in funzione delle possibilità di lavoro”.

Saranno presenti rappresentanti del movimento eletti nelle istituzioni tra cui i parlamentari Giancarlo Giorgetti e Stefano Candiani, i consiglieri regionali Francesca Brianza e Fabio Rizzi e il sindaco Attilio Fontana. I cittadini sono invitati a partecipare.

 

16 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi