Varese

Varese, commemorazione del partigiano Carletto Ferrari a Bizzozzero

Un'immagine della Resistenza

Un’immagine della Resistenza

A Varese un importante appuntamento per non dimenticare i valori della Resistenza e il sacrificio di quanti combatterono contro l’occupazione nazifascista dell’Italia. Domenica 19 gennaio si terrà la celebrazione in ricordo di Carletto Ferrari a cura del Comune di Varese e della Federazione Associazioni Partigiane. La manifestazione parte con il ritrovo alle ore 9.30 al Cimitero di Bizzozzero. A nome di Anpi  parlerà Ester De Tomasi, figlia del partigiano Sergio De Tomasi.

La morte del partigiano varesino Carletto Ferrari avvenne l’11 gennaio 1945 a pochi metri dai Miogni dove per ordine del responsabile dell’UPI-GNR il capitano Giovanni Battista Triulzi, uno dei peggiori criminali della RSI, doveva essere trattenuto. Ferrari, già condannato l’11 marzo 1944 in contumacia dal Tribunale Straordinario Provinciale, per  le vie di Como fu riconosciuto, seguito, arrestato e consegnato all’UPI-GNR di Varese. 

Dopo una sosta a Villa Triste interrogato dal comandante Triulzi e dal capitano Osvaldo Pieroni, responsabile dell’Ufficio Informativo,  era stato affidato ai suoi assassini. Da via Dante a piedi il gruppetto si era diretto in via Hermada, poi aveva imboccato via Morandi, dove Ferrari venne freddato.

15 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi