Varese

Varese, a Natale tanti donatori alla Biblioteca. E il leghista Pinti regala Landini

19503413Come è andata l’iniziativa “Lo scegli, lo leggi, lo doni: a Natale compra un libro per la Biblioteca”? L’iniziativa, lanciata dalla Biblioteca Civica di Varese e dall’assessorato alla Cultura del Comune, in realtà non è ancora terminata, dato che proseguirà ancora per tutto il mese di gennaio. Un piccolo bilancio, però, è già possibile per questa seconda occasione di arricchire il patrimonio librario della città, dopo il successo registrato, la scorsa estate, dalla stessa iniziativa con il titolo “Dona un libro per le vacanze”.

A tirare un bilancio dell’iniziativa natalizia ci aiutano Chiara Violini, direttrice della biblioteca, e Anna Agostini, dipendente del Comune che lavora in biblioteca. “E’ andata bene – spiega la Violini -. Soprattutto è bello lo spirito con cui le persone hanno aderito e hanno donato un libro”. “Sono state messe in circolo energie positive – afferma la Agostini -, con librai entusiasti per l’iniziativa”. Le librerie che hanno aderito sono state la Feltrinelli, la Libreria del Corso, la Mondadori, il Libraccio, la Libreria Don Bosco, Pirola.

Finora, per l’iniziativa natalizia, sono arrivati 50 volumi, titoli che si potevano scegliere in elenchi presenti presso le librerie che hanno partecipato all’iniziativa (in occasione dell’iniziativa estiva sono stati raccolti 150 titoli). Gli acquirenti portavano il volume in Comune, che provvedeva a schedare i nuovi libri. A chi portava il volume la possibilità di lasciare il proprio nome in un’etichetta collocata sul volume stesso e l’opportunità di leggerlo per primo, oltre ad un simpatico segnalibro-gadget. Raccontano Violini ed Agostini: “Diverse le tipologie dei donatori dei volumi: si andava dagli affezionati del prestito a persone che per la prima volta hanno contattato la biblioteca e hanno colto al volo l’occasione per iscriversi”.

Diverse le curiosità che si sono verificate in occasione di questa donazione natalizia. Un genitore ha dedicato uno dei volumi donati ad un bambino di trenta giorni. Così come una nonna ha donato un volume a nome della nipotina. Ma gira voce anche di un vero “caso politico”: il segretario cittadino della Lega Nord, Marco Pinti, ha partecipato all’iniziativa. Avrebbe donato l’ultimo libro del leader della Fiom-Cgil Maurizio Landini “Forza lavoro”. Del resto, a Natale sono tutti più buoni.

15 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi