Varese

Varese, la leghista Brianza attacca il Pd Marantelli. Sì a regionalizzare l’A8

La consigliera regionale leghista Francesca Brianza

La consigliera regionale leghista Francesca Brianza

“Marantelli dimentica che la privatizzazione di tutta la rete autostradale fu decisa e realizzata nel 1999 dal Governo d’Alema.” Così la leghista Francesca Brianza, presidente della Commissione regionale transfrontaliera, replica al parlamentare Pd Daniele Marantelli che è intervenuto in merito alla manifestazione del Carroccio contro gli aumenti dei pedaggi sulle autostrade. “Inoltre l’esponente del Pd – continua Brianza – non ricorda un altro provvedimento varato dal Parlamento, la legge 122 del 2010 (che convertiva il decreto-legge 78 del governo Berlusconi), che prevedeva di mettere a pagamento le autostrade meridionali, fra cui la Salerno Reggio Calabria, e altre arterie, tuttora gratuite, come il Grande Raccordo Anulare di Roma. Perché il PD, che è al governo ormai da più di 2 anni, non ha mai dato attuazione a questo provvedimento?”

“Sono invece d’accordo – continua Francesca Brianza – sulla necessità di riappropriarci delle nostre autostrade, a partire dalla Milano-Laghi. Stamattina il gruppo della Lega Nord ha presentato una interrogazione all’assessore Del Tenno dove chiediamo a Regione Lombardia di partecipare, attraverso Infrastrutture Lombarde, ai bandi per l’acquisizione delle concessioni dei tratti autostradali di interesse regionale.”

Sottolinea Francesca Brianza: “La questione degli aumenti ha infatti riportato in evidenza una delle principali criticità del sistema: lo squilibrio fra gli interessi pubblici e gli inauditi guadagni dei concessionari. Una gallina dalle uova d’oro che, come segnalato più volte anche dalla Corte dei Conti, ha sempre favorito i privati a discapito dello Stato e degli utenti. Ogni aumento dei pedaggi avrebbe dovuto e dovrebbe essere vincolato alla manutenzione o alla realizzazione di nuove infrastrutture, per un progressivo miglioramento delle rete autostradale”.

“Ma così non avviene – conclude la consigliera del Carroccio -. Per questo chiediamo di valutare l’acquisizione della concessione dei tratti autostradali che interessano Regione Lombardia attraverso Infrastrutture Lombarde, iniziando da quelle già scadute (Brescia-Padova e Brescia Piacenza scadute rispettivamente nel 2012 e il 30 giugno 2013) per le quali la Regione, attraverso la società controllata, potrebbe partecipare alla gara. L’acquisizione rappresenterebbe un ideale punto di partenza per porre progressivamente, sotto il controllo della Regione, l’intera rete autostradale lombarda, tangenziali e Milano–Laghi comprese.”

 

14 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi