Saronno

Saronno, l’Arma arresta tre giovani tunisini. Accusati di rapine aggravate

CarabinieriI Carabinieri della Compagnia di Saronno, a conclusione di una complessa attività d’indagine coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Busto Arsizio (VA), Sost. Proc. Dr.ssa Nadia Calcaterra, hanno arrestato tre giovani tunisini, clandestini, pregiudicati e senza fissa dimora, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere perché ritenuti responsabili di concorso in rapine aggravate, lesioni volontarie ed altro.

Gli arresti sono stati eseguiti in relazione agli approfondimenti investigativi scaturiti dalle indagini avviate dalla Stazione Carabinieri di Saronno nel decorso mese di novembre, in conseguenza della commissione di una serie di rapine – avvenute tra il 19 ed il 30 novembre – ai danni di giovani e giovanissimi, nelle vicinanze dello scalo ferroviario.

Le indagini hanno permesso di accertare che gli arrestati, di età compresa tra i 18 ed i 19 anni, hanno organizzato ed eseguito un numero rilevante di reati. Sette sono le rapine di cui sono accusati, commesse sempre in gruppo, tre o più persone per volta, in qualche circostanza armati di coltello o sostanze urticanti, sempre molto determinati e violenti.

Nel corso delle indagini è stata recuperata anche parte della refurtiva – telefono cellulare ed ipod – proveniente dai delitti commessi dalla baby gang. La commissione di queste rapine aveva suscitato particolare allarme tra la popolazione cittadina; in una circostanza, un genitore, al telefono con il figlio mentre quest’ultimo veniva derubato e picchiato dai rapinatori, aveva scritto anche una lettera aperta al sindaco di Saronno raccontando quanto accaduto al figlio e chiedendo l’intervento delle autorità competenti.

Gli arrestati sono ora detenuti nel carcere di Busto Arsizio.

 

11 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi