Brescia

Contestazioni al ministro Kyenge, il presidente Cattaneo: no alle risse

Il ministro Kyenge

Il ministro Kyenge

Scontri a Brescia in occasione dell’intervento ad un convegno del ministro per l’Integrazione Cécile Kyenge. Fuori dal convegno si sono verificati momenti di tensione e scontri tra militanti dei Centri sociali ed esponenti del centrodestra, al punto che le Forze dell’ordine sono dovute intervenire per evitare il contatto tra i presenti. Alla manifestazione erano presenti anche l’assessore regionale Viviana Beccalossi e il consigliere della Lega Fabio Rolfi.

Sulla manifestazione interviene, con una nota,  il Presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo. “In democrazia il dissenso non solo è consentito, ma è un elemento essenziale. Chi ha responsabilità istituzionali ha però il dovere di non trasformarlo mai in rissa, soprattutto quando si ricoprono ruoli di primo piano”.

“Le modalità per esprimere il dissenso – ha proseguito il Presidente – non devono mai superare un certo decoro dei toni e vanno portate nelle sedi proprie che solo le aule delle istituzioni. È più che naturale avere posizioni differenti, come io personalmente su molte questioni sento di avere nei confronti del Ministro Kyenge, ma queste devono manifestarsi nelle modalità e nelle sedi più consone, anche in funzione del ruolo che istituzionalmente si ricopre” ha concluso Cattaneo.

11 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi