Varese

Varese, Legambiente: “sufficiente” in pagella per le scuole del Comune

scuola1Per Varese in pagella arriva non molto più di un “sufficiente”.  E’ il giudizio contenuto in “Ecosistema Scuola”, il rapporto annuale di Legambiente sulla qualità dell’edilizia e dei servizi scolastici nei capoluoghi di provincia che posiziona la città a metà classifica, 42esima su 86, con un indice pari al 47%.

Sono diversi i parametri presi in considerazione dal dossier, a partire dalle certificazioni e dallo stato dei 38 edifici di proprietà del Comune: 34 hanno il certificato di collaudo statico, tutti quello di agibilità, la certificazione igienico sanitaria e impianti elettrici a norma, solo 8 il certificato di prevenzione incendi. E nonostante il fatto che tutti gli edifici abbiano goduto negli ultimi 5 anni di interventi di manutenzione, continuano a necessitare di interventi urgenti.

Varese brilla poco in particolare nella classifica delle “Buone pratiche”, che racchiude servizi come scuolabus, pedibus, biblioteche per ragazzi, sicurezza urbana nelle aree esterne, mense scolastiche e pasti biologici, raccolta differenziata, utilizzo di fonti d’illuminazione a basso consumo e fonti di energia rinnovabile. La posizione raggiunta è infatti solo la 62esima. Per esempio, sono solo 6 gli edifici serviti dallo scuolabus, 7 quelli in cui è attivo il pedibus. Nelle scuole viene effettuata la raccolta differenziata di plastica, vetro, organico e carta mentre non vengono differenziati toner e pile. Per quanto riguarda le mense scolastiche, la media dei prodotti biologici è del 70%, 15 dispongono di cucina interna, in 23 viene distribuita acqua del rubinetto.

Un po’ meglio va nella graduatoria del “Rischio”, che sintetizza indicatori come l’esposizione a fonti d’inquinamento interno (vedi amianto e radon), la presenza di fonti d’inquinamento atmosferico, elettromagnetico, acustico, industriale, i monitoraggi ambientali. In questa classifica Varese giunge comunque solo 48esima.

“La nostra città si conferma poco innovativa e coraggiosa, soprattutto nel campo della mobilità, della gestione delle aree esterne e dell’energia. E c’è molto da migliorare, come sa chiunque frequenti le nostre scuole, sul piano della qualità degli edifici – commenta Valentina Minazzi, vicepresidente di Legambiente Varese -. Il quadro che ne esce, tirando le somme, non è da bocciare, anche perchè dirigenti, docenti, genitori spesso mettono in campo azioni interessanti. Ma dall’Amministrazione Comunale ci aspettiamo maggiore impegno nella promozione delle buone pratiche.”

10 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi