Varese

Varese, vola l’export verso i Paesi Mint. Più 35%

operai_in_fabbrica_1-300x225BRIC è l’acronimo coniato nel 2001 per indicare le economie emergenti Brasile, Russia, India e Cina, ai quali si è aggiunto successivamente il Sudafrica. Oggi si punta sulla formula “MINT” per Messico, Indonesia, Nigeria e Turchia, considerati gli astri nascenti della globalizzazione, simili per caratteristiche geografiche (demografia e collocazione) e prospettive di crescita (tassi di crescita del Pil e del reddito procapite).

Si può affermare che l’economia del mondo è entrata nell’era post Bric ed è di fronte alla seconda ondata delle economie emergenti. In un recente passato erano già stati individuati i CIVET (Colombia, Indonesia, Vietnam, Egitto e Turchia) e i Next 11 (Bangladesh, Egitto, Indonesia, Iran, Messico, Nigeria, Pakistan, Filippine, Turchia, Corea del Sud e Vietnam). Tra questi ultimi, oggi i MINT sembrano essere i più promettenti.

Il sistema Varese ha intuito il potenziale commerciale di questi formidabili paesi? Nel confronto tra il 2008 e il 2012, due anni da record per valore delle esportazioni Varese-mondo (rispettivamente 9.317 milioni e 9.692 milioni), il valore delle stesse nell’area MINT è cresciuto del 35,5%. Da osservare, in particolare, il balzo 2011-2012 (+54,5%) grazie alla sensibile crescita dell’export verso Turchia e Nigeria.

Se la Turchia è da considerarsi – anche dalla lettura dei dati dei primi nove mesi 2013 – un partner commerciale ormai consolidato e di riferimento per gli imprenditori varesini, gli altri tre paesi rivelano alcune peculiarità: il più promettente è il Messico che, sia per i volumi sia per la continuità dei risultati, è da considerarsi una realtà molto interessante verso la quale concentrare i futuri sforzi commerciali; l’Indonesia, pur non mostrando nel 2013 un tasso di crescita positivo, è il paese che meno degli altri mostra dipendenza dagli acquisti di mezzi di trasporto, settore che da un anno all’altro può cambiare radicalmente il segno dell’andamento delle esportazioni. In particolare, da parte di questo paese è interessante la domanda di prodotti in metallo e macchine utensili; viceversa la Nigeria è proprio l’esempio di paese che esprime una forte e variabile domanda in mezzi di trasporto e che evidenzia performance anche molto differenti di anno in anno, sebbene siano in crescita le richieste di beni quali: tubi e lastre in materie plastiche, rubinetti e valvole, contatori elettricità, gas e acqua, ecc.

Complessivamente il peso percentuale delle esportazioni verso paesi MINT, sul totale di quelle varesine, è del 5%, con tassi di crescita annuali di assoluto interesse. Entrando nel dettaglio, la Turchia si colloca nella top ten dei partner commerciali varesini, Messico e Nigeria nei primi trentacinque e Indonesia entro i primi cinquanta paesi partner.

 

 

 

Export Varese

7 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi