Regione

Regione, il forzista Marsico celebra Festa Tricolore e orgoglio nazionale

Il presidente Luca Marsico

Il presidente Luca Marsico

Tricolore e unità del popolo italiano fanno tutt’uno. Un binomio che viene celebrato dal consigliere regionale di Forza Italia-Popolo della Libertà Luca Marsico nel giorno della Festa Tricolore.

“La Giornata nazionale della Bandiera che si celebra oggi nel duecento diciassettesimo anniversario della nascita del primo tricolore, nato a Reggio Emilia il 7 gennaio 1797, deve essere vista come un’ opportunità non soltanto simbolica, per riaffermare, attraverso la nostra bandiera, i valori di Patria, della Costituzione e dell’Unità del Paese e un momento di omaggio alle Forze Armate impegnate, sotto il vessillo nazionale, sia sul territorio italiano che in missioni estere in compiti di sicurezza, protezione dei cittadini e logistici”.

Continua il presidente della Commissione Ambiente al Pirellone, Marsico: “Il riconoscerci appartenenti al nostro Paese, uniti dalla nostra storica bandiera, è sempre motivo d’orgoglio e di una doverosa attenzione verso il simbolo nazionale. In tal senso, l’impegno di tutti nel nome dell’appartenenza ad una Nazione che ha contribuito sia a costruire la storia della civiltà occidentale che alla costituzione dell’Unione Europea, deve essere sempre puntuale per fare fronte con successo alle sfide che questo nuovo anno ci porrà di fronte sia in Regione Lombardia che in Italia”.

 

7 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 commenti a “Regione, il forzista Marsico celebra Festa Tricolore e orgoglio nazionale

  1. Martino Pirone il 8 gennaio 2014, ore 15:07

    Bellissime parole quelle espresse dall’Avv. Luca Marsico, nulla da eccepire. Peccato che neanche lui sia riuscito a far cambiare idea al suo collega Avv. Attilio Fontana, Sindaco di Varese, circa la proposta di Luigi Barion di issare il Tricolore sulla Torre Civica accanto al vessillo di Varese.
    Caro Direttore di Varese Report, provi per cortesia ad indire un sondaggio su questa proposta. Grazie

  2. il MATOCCO il 8 gennaio 2014, ore 21:42

    Il MATOCCO approva la pironica proposta, o per riveder sventolare il tricolore sulla torre civica di Varese dobbiamo aspettare la morte (politica, s’intende) della maggioranza che da troppi anni opprime questa città ???

  3. emiliano il 9 gennaio 2014, ore 13:37

    Se occorra attendere la prossima morte di quest’amministrazione non saprei dire… Di certo, a proposito di morti, non credo che esibire un tricolore su una torre che non guarda quasi nessuno serva a risolvere qualcosa o a far credere (barzelletta delle barzellette) che noi italiani siamo dei bravi patrioti. Diciamo, questo sì, che siamo degli ottimi tifosi della nazionale di calcio… quando vince ai mondiali.
    Per il resto, mi pare che il senso della patria l’abbiamo perso da un pezzo, se mai l’abbiamo avuto.

  4. Ciro il 9 gennaio 2014, ore 14:41

    La prima bandiera adottata da Bossi per la Lega Nord è identica a quella, così inquietante la notte, che sventola sulla torre civica di Varese. Che poi richiami ANCHE lo stemma di Varese è un dettaglio secondario, per i leghisti, naturalmente.

Rispondi