Varese

Varese, Befana alpina, l’assessore Angelini: un esempio di concretezza tra tanti bla bla

OLYMPUS DIGITAL CAMERALa Befana alpina ha messo in primo piano la solidarietà. Questo l’obiettivo della bella manifestazione organizzata dal Gruppo Alpini Varese in collaborazione con il Comune, dal titolo “Il piacere di donare”, svoltasi questa mattina in Salone Estense, con la partecipazione del Coro alpino Campo dei Fiori di Varese. Tanti i presenti, che hanno assistito ad una Epifania molto particolare, che ha confermato la vocazione di generosità e altruismo delle Penne nere. Una realtà significativa, quella degli alpini varesini, dato che conta 250 persone tra soci e aggregati.

Una Befana di cui ha ripercorso la storia Silvio Botter, uno dei responsabili a livello nazionale dell’ANA, e che ha visto sul palco, per richiamare il senso della manifestazione, Antonio Verdelli, capogruppo del Gruppo Alpini Varese.

Oggi sono state premiate, ognuna con mille euro, 14 associazioni non profit operanti sul nostro territorio, realtà importanti alle quali gli Alpini hanno voluto dare un contributo concreto: l’Associazione Ail (che all’Ospedale di Circolo sostiene il reparto di Ematologia), l’A.LA.T.HA (che sostiene disabili e anziani), AS.P.I. (Associazione Parkinson Insubria), l’Associazione amici della casa S. Carlo Onlus (una realtà legata alla Caritas decanale), l’Associazione VogliadiVivere Onlus (impegnata sulla cultura del fine vita), C.E.D.I. (Associazione Clinici Ehlers-Danlos Italia), la Fondazione Istituto Sacra Famiglia, la Fondazione Giacomo Ascoli, Polha Varese, Associazione di Promozione Sociale Sestero Onlus, Sulle Ali, Suore della Riparazione di Via Luini, Uildm Onlus (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare). La Sci Club Escursionisti Campo dei Fiori ha invece elargito un contributo al Banco Alimentare Varese.

Sul palco della manifestazione sono saliti, in rappresentanza di Palazzo Estense, due assessori: Enrico Angelini, assessore a Famiglia e Persona,  e Maria Ida Piazza, allo Sport e Rioni. E’ stato Angelini che ha rimarcato l’importanza di “ogni piccolo gesto d’amore in cui un uomo dona”. “Ringrazio gli Alpini – ha proseguito Angelini – per la loro concretezza, in un contesto di tanti bla bla bla. La gente impara a vivere quando incontra esempi concreti”.

6 gennaio 2014
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi